Dal 13 al 16 giugno Ragusa è A Tutto Volume

2986

Arrivato alla sua quindicesima edizione, il Festival A Tutto Volume, torna ad accendere le sere d’estate del suggestivo centro storico di Ragusa con un programma culturale che spazia dalla letteratura alla scienza, dalla televisione al teatro, alla musica, ai nuovi linguaggi. Saranno quattro giorni di incontri, spettacoli, lezioni e dibattiti che occuperanno gli incantevoli spazi della città coinvolgendo un pubblico ogni anno più numeroso, che ha fatto del Festival un punto di riferimento e appuntamento fisso della cultura contemporanea. Il festival diretto da Alessandro Di Salvo e promosso da Fondazione degli Archi si articola in cinque sezioni: Arte, musica e fotografia; Biografie; Attualità; Scienza e ambiente e, naturalmente, Letteratura. Questa quindicesima edizione si aprirà con una serata dedicata ai Settant’anni anni della televisione italiana con l’evento speciale, giovedì 13 giugno, 70 VOLTE TIVÚ, su un grande palco allestito a ridosso del lungomare di Ragusa, per celebrare in che modo la televisione ha cambiato la nostra narrazione e segnato la memoria collettiva. A condurre la serata saranno Antonio Pascale e Paolo Verri che introdurranno sul palco volti storici della televisione, tra cui Daria Bignardi, Carlo Masarini, un collegamento con Marco Paolini e altri. Durante la serata il pubblico che sarà chiamato a ricordare gli episodi impressi nella memoria attraverso le immagini trasmesse dalla tv e grazie al contributo dell’archivio storico della RAI saranno mostrati alcuni dei più significativi filmati degli ultimi 70 anni.

A partire da venerdì 14 fino alla sera di domenica 16 giugno si entrerà nell’anima vera e propria di A Tutto Volume: le piazze della città, i chiostri e le chiese diventeranno palcoscenico degli incontri dedicati ai temi cari agli autori ospiti.

Tra le tante proposte per il pubblico del Festival ci sarà lo spettacolo letterario di Paolo Nori A cosa servono i russi, la prima lezione di musica classica tenuta da Nicola Campogrande, la biografia di Marguerite Yourcenar, raccontata da Eugenio Murrali, l’incontro con Telmo Pievani sull’evoluzione, una riflessione sul linguaggio con Yasmina Pani; solo per citarne alcuni. Ampio spazio sarà dato alle presentazioni dei libri più significativi della narrativa contemporanea usciti nell’ultimo anno così come della saggistica che approfondisce i temi più attuali del dibattito culturale.

Gli incontri dedicati alla narrativa

Tra gli incontri di questa edizione, quello con l’attivista per i diritti umani e digitali Pegah Moshir Pour con il suo romanzo La notte sopra Teheran, l’incontro con la scrittrice Viola Ardone, la presentazione dell’ultimo libro di Giuseppe Culicchia, Il libro dell’amore impossibile e quello con l’attore Ninni Bruschetta che incontra i lettori per parlare del suo romanzo La scuola del silenzio; ospiti del festival saranno anche Giobbe Covatta e Paola Catella con il libro a due mani Il commosso viaggiatore; Michele Masneri, con Paradiso: Francesco Carofiglio che racconta ai lettori La bella stagione e Marco Presta con il suo romanzo Verso l’abisso fischiettando.

Gli incontri dedicati alla scienza e all’ambiente

Questa edizione del festival ospiterà alcuni dei più importanti studiosi contemporanei come il neuroscienziato Giorgio Vallortigara, il docente di Intelligenza Artificiale Nello Cristianini, la psicoterapeuta Stefania Andreoli, il professore di storia del cibo Alberto Grandi, e molti altri.

Gli incontri dedicati all’attualità

Ospiti di quest’anno saranno: il giornalista e conduttore della trasmissione Report Sigfrido Ranucci, con il suo libro La scelta; lo storico Luciano Canfora che presenterà ai lettori il suo ultimo lavoro, Lessico politico; la giornalista Francesca Fagnani, autrice di Mala; si potrà assistere anche all’incontro con l’economista e politico Carlo Cottarelli che con il libro Dentro il palazzo restituisce una fotografia delle nostre Istituzioni, ci saranno gli studiosi Alessandra Minello e Tommaso Nannicini, autori del libro Genitori alla pari, che faranno un quadro delle politiche delle politiche per le famiglie ancora così discriminatorie in tantissimi Paesi, compreso il nostro.

Incontri dedicati ad arte e musica

Carlo Massarini sarà tra i protagonisti di questa edizione del festival con il suo libro Vivo dal vivo 2010-2023 in cui racconta oltre cento concerti vissuti e fotografati in cui apre il dietro le quinte della grande musica attraverso aneddoti e interviste agli artisti più grandi del rock, del jazz, del rap e della word music.

Un altro grande artista, il compositore Nicola Campogrande, sarà A Tutto Volume per una lezione aperta di musica classica, alla quale sarà possibile assistere gratuitamente.

La qualità della proposta e l’approfondimento restano i punti fermi del programma culturale di A Tutto Volumeche ogni anno s’impegna a costruire anche un’atmosfera di festa in cui autori, autrici e pubblico di lettori convivono per quattro giorni, sotto il cielo stellato della Sicilia.