Tra i possibili candidati spunta Angelo Di Natale

7

Il movimento “LiberaModica”, nato nelle scorse settimane da un’aggregazione di figure storicamente legate alla sinistra locale, esce allo scoperto e manifesta l’intenzione di partecipare alle prossime elezioni amministrative con un proprio candidato a sindaco.
A nome del movimento, interviene uno dei fondatori, il giornalista Angelo Di Natale. E i rumors che girano in città individuano proprio in lui il possibile candidato, in grado di aggregare le forze politiche che stanno a sinistra del PD. Di Natale già a ottobre è stato impegnato nella campagna elettorale per le elezioni regionali sotto il simbolo di SEL, ma ora si propone con progetto civico indipendente, tanto più che il movimento di Vendola pare sia già in contatto con i democratici e disponibile a ragionare sulla ricostituzione di un centrosinistra unitario: movimenti come Fed e, appunto, come “LiberaModica”, non è invece detto che sarebbero disponibili a riprendere questo dialogo.  

Le stesse parole con cui Di Natale precisa le finalità del movimento, sono piuttosto chiare: “LiberaModica è nata per rispondere ad una domanda, urgente, di partecipazione diretta dei cittadini alla cura della cosa pubblica, dopo un lungo periodo di tradimento, da parte di gran parte degli eletti, del dovere primario di servire  esclusivamente gli interessi della città. A questo fine LiberaModica è impegnata in un percorso di costruzione di un progetto di governo che possa avviare politiche totalmente nuove, capaci di determinare la sua rinascita morale, civile, sociale, culturale ed economica”.
Di Natale aggiunge che il programma del movimento, contenuto in una precisa Carta di intenti, si pone “in sostanziale discontinuità con molte scelte del passato che hanno prodotto la condizione di grave crisi in cui la città si trova”.
Si precisa comunque che “il candidato alla carica di sindaco sarà selezionato attraverso una fase di ampia consultazione e di confronto sia all’interno che nella città, attraverso il metodo di una partecipazione democratica piena e aperta”.
“LiberaModica – conclude Di Natale – è nata per offrire alla città una limpida proposta di governo ispirata ai principi contenuti nella Carta d’intenti. Pertanto su di essa, e ancor prima sui principi ai quali è ancorata, non sarà mai disponibile a rinunce o compromessi in nome di alleanze che non siano la conseguenza naturale della totale, autentica, profonda condivisione di tali principi e del programma che ne scaturirà”.