Italia dei Valori sceglie: “Si candidi Giovanni Iacono”

0

La vecchia coalizione che due anni fa sfidò Nello Dipasquale a maggio molto probabilmente non ci sarà. Questo quanto emerge dall’ultima riunione alla quale hanno preso parte Pd, Il Megafono, Città, Sel e Italia dei Valori. Movimento Città e Italia dei Valori seguiranno percorsi differenti. L’ex partito di Di Pietro candiderà sindaco Gianni Iacono, mentre Città potrebbe andare da sola con un proprio candidato, si fa il nome dell’avvocato Enrico Platania, consigliere comunale uscente. Il nodo delle alleanze non ha convinto quelli che potevano essere gli alleati di Pd e lista “Il Megafono”. E’ chiaro, a riguardo, Giuseppe Blundo, coordinatore del movimento “Città”: “Non ci sono le condizioni per riformare la coalizione di due anni fa”. La motivazione è legata alla presenza di altri soggetti politici, come ad esempio Sonia Migliore, che aveva fatto parte della passata amministrazione. Ed oggi verrà ufficializzata la nomina di Sonia Migliore a commissario dell’Udc in città dopo le autosospensioni, ad iniziare da Franco Antoci. La Migliore conferma di guardare con favore all’alleanza di centrosinistra, così come avviene a Palermo, ed assicura che non andrà col centrodestra. Che farà adesso il Pd? Di sicuro, almeno ad oggi, non sarà le Primarie. E’ lo stesso Pappe Calabrese a spiegare i motivi, inviando una lettera della segreteria regionale che “stoppa” l’iniziativa. “Prendendo atto dalle disposizioni dettate dalla lettera inviata dal Pd siciliano, d’accordo con il livello nazionale, al segretario provinciale Salvo Zago e al sottoscritto in qualità di segretario cittadino di Ragusa, comunico che, nel rispetto dei livelli superiori del partito, sono da ritenersi sospese le scadenze che democraticamente il coordinamento locale del circolo del capoluogo aveva fissato per le primarie aperte di coalizione, senza abdicare al ruolo che i territori possiedono nella individuazione di percorsi politici locali”. Questa la dichiarazione di Calabrese, il quale spiega che lunedì prossimo in una riunione della direzione regionale si parlerà anche del “caso Ragusa e delle possibili alleanze che si potrebbero prospettare per arrivare al governo della città”. Per tornare all’Italia dei Valori, la decisione di correre con un proprio sindaco è stata presa dopo un’attenta analisi della situazione economica e sociale della città, In una nota si legge: “Ribadendo la nostra scelta di andare oltre il recinto dei partiti promuoviamo un percorso, libero da qualsiasi vincolo,  con i con-cittadini, con i movimenti civici, con i mondi vitali della città, con tutti i soggetti che hanno a cuore il bene comune, invitando Giovanni Iacono che non ha mai amministrato e che riteniamo sia la persona che meglio di chiunque altro, e ancora di più oggi che i fatti gli danno ragione, a candidarsi a sindaco di Ragusa. Noi lo sosteniamo con convinzione, con determinazione, con impegno”. Domani dovrebbe esserci un incontro tra Pd, Udc (inclusi anche gli autosospesi) e Lista Il Megafono. E’ stato il coordinatore della lista del presidente Crocetta a convocare la riunione, alla quale ha invitato anche Francesco Barone, suscitando un vespaio di polemiche anche nel Pd.

 

[Fonte: Giornale di Sicilia]