Usura nei confronti di un operatore ecologico, si attende la sentenza

2

Al momento si conoscono solo le richieste del pm Gaetano Scollo per i due imputati accusati del reato di usura: 3 anni di reclusione ed il pagamento di una multa di 10.000 euro per Francesco Polara 45 anni; l’assoluzione con formula piena, invece, per Rosario Cappello 36 anni. I due, entrambi modicani, avrebbero prestato soldi a tassi altissimi ad A.R., operatore ecologico di 40 anni, pur sapendolo in stato di bisogno. Il Polara, difeso dall’avv. Giuseppe Pellegrino, gli avrebbe dato nel corso del 2006 circa 30.000 euro in più tranche mentre il Cappello, difeso dall’avvocato Giovanni Mavilla gli avrebbe prestato10.000 euro nel 2007, ma senza pretendere interessi usurai come emerso nel corso del processo. La parte offesa, rappresentata dall’avv. Giovanni Favaccio, infatti si è costituita parte civile solo nei confronti del Polara. Il collegio penale, presidente Antongiulio Maggiore, giudici a latere Francesco Chiavegatti e Vincenza Rada Scifo, deve emettere sentenza.