Danni ad una partoriente: quattro medici a processo

0

Altro rinvio e sempre a causa dell’indisponibilità del dottor Orazio Cascio, consulente tecnico nominato dalla pubblica accusa, il vice procuratore onorario Diana Iemmolo. Il Ctu avrebbe dovuto essere ascoltato nel corso del processo per lesioni colpose a carico di quattro medici del reparto di ostetricia e ginecologia del Maggiore. I fatti dei quali devono rispondere F.S 49 anni, I.M. 45, G.N. 55 e L.B. 65, risalgono all’agosto del 2010 quando a seguito di un parto difficile i sanitari avrebbero causato alla puerpera alcune complicanze. La parte offesa, L.M.A. 35 anni, difesa dall’avvocato Giuseppe Rizza, infatti, in sala operatoria ci dovette entrare altre due volte, e a pochi giorni di distanza dal parto, prima di poter risolvere i problemi intervenuti. L’Asp 7 si è costituita parte civile rappresentata dall’avvocato Gianluca Gulino.