Continuano le indagini dopo la rapina in via Mentana

0

Intensificati i controlli a Vittoria, durante le ore notturne, da parte della polizia di Stato dopo la violenta rapina messa a segno lo scorso giovedi, all’alba, ai danni di due coniugi vittoriesi, sorpresi nel sonno, picchiati e derubati di contanti e oggetti in oro da un gruppo di tre o quattro persone. L’attività investigativa procedere a ritmo serrato. Già sarebbero state sentite alcune persone, a vario titolo informate sui fatti, e si sta tentando di ricostruire sia il modus operandi del gruppo di malviventi, sia le varie fasi che hanno preceduto la rapina, consumata alle cinque dello scorso giovedi mattina. Pare, ma si tratta di una indiscrezione che non ha trovato conferma nelle forze dell’ordine, che i coniugi, durante la nottata si siano recati in ospedale per un malore accusato da uno dei due. Dunque,se la notizia dovesse trovare conferma, pare che la coppia nella notte sia dovuta uscir di casa per far ricorso alle cure sanitarie e che soltanto dopo avrebbe fatto rientro nella loro abitazione in via Mentana. Alle cinque del mattino, poi, secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori, avvertiti dalla figlia della coppia, sarebbe stata messa a segno la rapina. Ad intrufolarsi in casa, dopo aver forzato un infisso, sarebbero stati tre o quattro uomini, con volto travisato da passamontagna e con in testa un berretto, per essere ulteriormente irriconoscibili. I malviventi – secondo quanto riferito dalla questura ragusana – avrebbero prima picchiato i due anziani coniugi, immobilizzandoli, per farsi indicare il posto, dove tenevano custoditi contanti e gioielli. Arraffato il bottino, circa seicento euro in contanti e una serie di monili in oro, i malviventi sarebbero fuggiti da dove erano entrati. Soltanto dopo, la coppia avrebbe richiesto l’intervento di una ambulanza del 118, e in modo contestuale avrebbe avvertito la figlia di quanto pochi minuti prima consumato. La figlia, poi, come detto, avrebbe richiesto l’intervento della polizia di stato e sono scattate le indagini tuttora in corso.