Fanno a botte per una donna, due modicani a processo

1

Lei lo lascia. Lui non se ne fa una ragione. Per riconquistarla la tempesta di telefonate ed sms, non ottenendo nulla comincia ad insultarla finché le prende dal nuovo boy friend della sua amata. Sono finiti davanti al tribunale penale i due modicani Rosario Sigona, 38 anni, accusato di molestie ed ingiurie, e Antonino Petriglieri, 34 anni, accusato di minacce e lesioni personali. La donna contesa, la spagnola di Malaga S.R.O, 33 anni, si è costituita parte offesa così come il suo ex Sigona, difeso e rappresentato dall’avvocato Giovanni Di Pasquale (nella foto). Ieri, in aula, la donna ha risposto alle domande del vpo Veronica Di Grandi ed è stata ascoltata dal got Francesca Aprile insieme ad alcuni testimoni che col loro racconto hanno rinverdito la storia. I fatti si riferiscono al settembre 2010, qualche mese dopo che la vicenda amorosa fra il Sigona e la bella malaghegna  si era conclusa e quest’ultima si era fidanzata col Petriglieri. Nonostante ciò l’ex continuava a tampinarla con telefonate ed sms anche notturni, piazzandosi nel bar di rimpetto al luogo dove la donna lavorava per insultarla ogni qualvolta poteva e in presenza di chiunque. A mettere fine alla spiacevole situazione una discussione fra il Sigona ed il Petriglieri durante la quale quest’ultimo, stante le accuse, lo malmena causandogli lesioni tanto da finire in ospedale.