Nicastro patteggia: per lui 1 anno e 8 mesi di reclusione

8

Ha chiesto di patteggiare la pena di 1 anno e otto mesi di reclusione e 4.500 euro di multa il ventisettenne modicano Ignazio Nicastro comparso davanti a al giudice Antongiulio Maggiore, vice procuratore onorario Veronica Di Grandi, con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio. Il giovane, al quale erano stati convalidati gli arresti e applicata la misura cautelare dei domiciliari in attesa del processo per direttissima, era stato fermato e controllato il venerdì di Quaresima dai militari che lo avevano notato dopo che, acquistato un pacchetto di sigarette da un distributore automatico, era salito nell’auto di un amico col quale si metteva a discutere nervosamente. Insospettitisi, i carabinieri, decidevano di controllare i due. Solo il Nicastro veniva trovato in possesso di quattro grammi di marijuana. Così come, perquisite le abitazioni dei due giovani, solo nel garage del Nicastro venivano trovati 82 grammi di marijuana, contenuti in tre sacchetti di cellophane ben sigillati, oltre alla somma di 1.160,00 euro. Denaro che i militari hanno ritenuto provenire dall’attività di spaccio dell’arrestato. Il giudice Maggiore si è riservato di decidere.