Accoltella il cognato dopo una lite, arrestato un pluripregiudicato vittoriese

2

La discussione per un telefonino che stava per concludersi in tragedia. A Vittoria, due cognati se le sono date di santa ragione fin quando uno dei due, il pluripregiudicato GiovanBattista Denaro non ha estratto un coltello conficcandolo nell’emitorace sinistro del cognato, quasi all’altezza del cuore, nella gamba e sulla guancia. Dopo l’atto criminoso ha abbandonato la casa andando in giro per la città. La vittima, subito trasportata al pronto soccorso da chi aveva anche provato a sedare gli animi, è stata giudicata guaribile in 10 giorni. Sono stati i medici del pronto soccorso del Guzzardi ad avvertire la polizia circa la presenza di un uomo con evidenti ferite di arma da taglio. Arrivati sul posto, gli agenti sono riusciti a farsi raccontare dall’uomo cosa era successo poco prima. I dissidi con il cognato accoltellatore erano sorti per un telefonino che la moglie aveva prestato alla sorella, sposata con il ferito. Denaro era andato a casa del cognato per farsi restituire il cellulare. Da lì è nato l’alterco che è sfociato nell’accoltellamento. I poliziotti sono andati a casa del pluripregiudicato che di mestiere fa il bracciante agricolo. L’uomo non era nella sua casa di Contrada Fanello e così agli agenti del commissariato non è rimasto altro che aspettarlo per un paio d’ore prima di mettergli le manette ai polsi. Anche in commissariato l’arrestato continuava con il suo atteggiamento spavaldo ribadendo di essere uno che si fa rispettare. Il coltello dell’aggressione è stato ritrovato nel corso della perquisizione. Adesso Denaro si trova ai domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.