Lottizzazioni abusive: rinvio a giudizio per sei funzionari del Comune

2

Nell’inchiesta sulle lottizzazioni abusive al Comune di Pozzallo il Gup ha disposto il non luogo a procedere per il notaio e i costruttori coinvolti, ma ha disposto il rinvio a giudizio per i sei funzionari dell’ufficio tecnico del Comune di Pozzallo che rispondono di abuso di ufficio e per i proprietari delle villette che sarebbero oggetto di abusi edilizi e violazione delle normative antisismiche. Il 47esimo imputato, il proprietario della lottizzazione inquisita, nel frattempo è venuto meno. I fatti oggetto dell’investigazione della Guardia di Finanza e che riguardavano una mega lottizzazione in zona agricola, accadevano fra la fine del 2004 ed il 2010. A seguito delle risultanze dell’inchiesta venivano indagati i dipendenti del Municipio preposti al rilascio dei permessi e delle autorizzazioni in materia edilizia, il notaio rogante gli atti di vendita, i professionisti che curarono i frazionamenti e la progettazione, gli imprenditori ed i proprietari degli immobili costruiti sui lotti risultanti dall’illecito frazionamento del fondo rustico di contrada “Danieli”, ubicata nei pressi dell’Hotel Continental prima dell’ingresso a Pozzallo.