Il Comune regolamenta il volantinaggio

11

Il sindaco del comune di Vittoria, Giuseppe Nicosia, ha emesso stamattina un’ordinanza, la numero 23, finalizzata a regolamentare la pubblicità commerciale effettuata tramite volantinaggio.

“Questo – spiega il sindaco – perché una distribuzione non regolamentata produce un’enorme quantità di rifiuti e pregiudica la salubrità e il decoro del territorio comunale; inoltre, la raccolta e lo smaltimento di tali rifiuti impegnano oltremodo gli addetti ai servizi, con grave pregiudizio anche per le casse comunali; abbiamo,  inoltre, ricevute parecchie lamentele da parte di cittadini che vedono invase le proprie cassette postali e gli usci delle proprie abitazioni da volantini pubblicitari; per questo abbiamo ritenuto opportuno procedere al contemperamento dei vari interessi coinvolti: quelli dei commercianti con quelli dei singoli cittadini, nell’ambito di una generale tutela degli interessi pubblici di salvaguardia dell’ambiente e del territorio”.

Questo il testo dell’ordinanza sindacale emanata oggi:

“È fatto divieto a chiunque di effettuare pubblicità, in tutto il territorio comunale, mediante l’abbandono incontrollato, il lancio o la dispersione sul suolo di opuscoli, volantini o altro materiale pubblicitario; tramite l’affissione sui pali dell’illuminazione pubblica, della segnaletica stradale, sugli alberi o su qualsiasi altro supporto murale o strutturale; la distribuzione di opuscoli, volantini o altro materiale pubblicitario apponendolo sul parabrezza o sul lunotto degli autoveicoli e in spazi che non siano le cassette postali; la distribuzione di opuscoli, volantini o altro materiale pubblicitario ai conducenti o passeggeri dei veicoli in prossimità degli incroci; fa eccezione la distribuzione di opuscoli, volantini o altro materiale pubblicitario esclusivamente nelle cassette postali, con perizia ed evitandone la fuoriuscita, o con consegna direttamente a mano, da parte di azienda distributrice operante nel settore, all’uopo appositamente incaricata; gli operatori commerciali che intendono effettuare pubblicità mediante distribuzione sono tenuti a comunicare, almeno 5 giorni prima dell’inizio, alla Direzione Tributi e al Comando Polizia Municipale, il nome della ditta incaricata della distribuzione e i nominativi del personale che diffonderà il materiale pubblicitario e l’itinerario che ognuno seguirà nella distribuzione; si ricorda infine che gli addetti alla distribuzione, dovranno, in qualsiasi momento, a richiesta, essere in grado di esibire copia dell’autorizzazione e della quietanza di pagamento dell’imposta dovuta;gli eventuali trasgressori (siano essi aziende o personale reclutato) saranno soggetti, salvo che il fatto sia previsto dalla legge come reato o costituisca più grave illecito amministrativo, al pagamento delle seguenti sanzioni pecuniarie: per le aziende commissionarie, da un minimo di euro 25 ad un massimo di euro 500, che può essere estinta mediante pagamento in misura ridotta della somma di euro 250, così come previsto dalla deliberazione di Giunta Comunale numero 411 del 12 giungo 2009; per il materiale esecutore la sanzione sarà applicata nella misura minima di euro 25”.