Ispica: abuso di ufficio ed interruzione di pubblico servizio

3

I militari della Stazione Carabinieri di Ispica hanno deferito in stato di libertà 25 persone per interruzione di pubblico servizio. Ad essere denunciati sono stati gli operatori ecologici, dipendente della ditta “DUSTY”, che effettuano la raccolta dei Rifiuti Solidi Urbani per il Comune di Ispica. Gli operai, senza le comunicazioni previste per legge, il 10 e 11 giugno scorsi avevano osservato due giorni di sciopero per protestare contro la mancata erogazione di tre mensilità stipendiali arretrate. Proprio l’assenza della comunicazione prodromica all’agitazione è costata loro la denuncia per interruzione di pubblico servizio.
Contestualmente all’intervento sui luoghi dello sciopero i Carabinieri di Ispica hanno rilevato la presenza di due operai del Comune che, con un mezzo di trasporto appartenente all’Ente Locale, provvedevano ad asportare dei rifiuti dall’attività commerciale condotta dal vicesindaco. Per questo motivo i militari dell’Arma hanno denunciato in stato di libertà il capo settore dell’ufficio ecologia e il vicesindaco del Comune di Ispica per abuso d’ufficio. Inoltre i due operai del comune sono stati deferiti a piede libero per raccolta e trasporto di rifiuti non pericolosi senza l’autorizzazione prevista dalle norme vigenti in materia.
Tale episodio ha fatto salire dunque a 29 il numero totale delle persone denunciate a piede libero da parte dei Carabinieri di Ispica.