Il chiarimento di Grassiccia: “Non sono razzista, ma credo davvero che la Kyenge sarebbe più utile al Congo”

3

Il Consigliere comunale di “Fare Modica” Giuseppe Grassiccia affida nuovamente a Facebook la sua “giustificazione” a proposito dei commenti offensivi nei confronti della Ministro Kyenge, finiti sulla stampa nazionale e accostati al precedente illustre di cui pochi giorni fa è stato autore Calderoli. 
Grassiccia precisa, tra le altre cose “di non essere razzista”, ma anche di essere del parere che “la Ministro Kyenge sarebbe più opportuna per aiutare il Congo”.

Riportiamo integralmente il suo post:

CHIARIMENTO MEDIATICO: ripeto il mio testuale pensiero che purtroppo è stato esperesso malamente anche dal sottocritto a quanto pare…io sono del parere che la Ministro Kyenge sia un’ottima persona, ma che a mio avviso sarebbe più opportuna per aiutare il Congo, suo paese di provenienza, con a fianco l’Italia. Magari non necessita che sia per forza Ministro, ma essendo più vicina al Congo direttamente sarebbe più efficace! io ripeto che NON SONO RAZZISTA, ho tanti amici extracomunitari che rispetto e che mi rispettano, ho soprattutto un bambino adottato a distanza che con 20 euro al mese ha la possibilità di mangiare e di andare a scuola per imparare, vive in Tanzania con la sua famiglia e nella sua amata terra, e non lontano dal suo luogo…quindi non vedo il motivo di chiedere scuse per un pensiero che non definisco razzista! Se il Governo Letta ha voluto nella sua squadra anche la Ministra Kyenge, l’accetto per come ha deciso e la rispetto soprattutto sia per la persona, sia per la sua nazionalità di provenienza, e sia perchè mio Ministro! Purtroppo il giornale “Il Clandestino” (la prima testata giornalistica che ha riportato la notizia, ndr), non riuscendo a fare notizie con le cavolate che scrive, ha messo in giro questo mio pensiero a modo suo e gli faccio i complimenti…”