La Stancheris a Modica: “Progettiamo insieme il rilancio turistico”

0

Sei progetti per sei eventi per Modica (tradizioni religiose, cioccolato, storia della Contea) da calendarizzare nel corso di un anno e da coprire con la collaborazione stretta dell’assessorato regionale al Turismo; poi ancora altri due grandi eventi di caratura internazionale, che ponga la Città al centro della cultura mediterranea ed europea, finanziati con la collaborazione di grandi sponsor privati e dalle risorse che possono provenire dai progetti UE.

 Per fare del turismo un grande mercato del lavoro con occupazione stabile è necessario far decollare le infrastrutture di trasporto: aeroporto di Comiso collegato ottimamente con i territori dell’area Sud Est della Sicilia, sinergia tra i distretti turistici per fare sì che il turista non venga per un solo giorno e si soffermi su un panorama paesaggistico e monumentale di rara bellezza ed è per questo che è necessaria una messa in rete dei Comuni con l’azione attiva dei sindaci.

Queste sono alcune proposte pilota che sono state rassegnate stamani nel corso della visita a Modica dell’assessore regionale al Turismo, Michela Stancheris, accompagnata nel suo giro ibleo dal parlamentare regionale, Orazio Ragusa, e accolta a Palazzo San Domenico dal Sindaco, Ignazio Abbate, dal Presidente del Consiglio comunale, Roberto Garaffa, dal capogruppo di Megafono, Michele Colombo, dalla giunta municipale,dalla consulente culturale del Sindaco, Simona Celi. Presenti il commissario della Camcom, Iano Gurrieri, la soprintendere di Ragusa, Rosalba Panvini, il vie presidente del Consorzio degli operatori turisti della Città, Paolo Failla, del direttore e dal consulente culturale del Consorzio di tutela del cioccolato artigianale di Modica, Nino Scivoletto e Grazia Dormiente, dal direttore del Distretto turistico degli Iblei, Ezio Palazzolo, dal presidente dell’associazione Ingegnicultura, Mario Incatasciato.

La parola d’ordine è fare sistema. E su questo crinale sono state illustrate le idee e i proponimenti: il Presidente del Consiglio Roberto Garaffa ha posto gli accenti sulle rotte del passato: quello dei fenici e di Ulisse in un contesto territoriale non solo mediterraneo ma soprattutto del sud est siciliano.

Poi ancora l’itinerario europeo delle vie del cioccolato che vede protagoniste Italia ( e Modica con Torino,Perugia, Terni,Cuneo ha un posto di rilievo) la Spagna e la Francia e la Regione Sicilia dovrebbe abbracciare e far suo questo progetto ( su questo si è impegnata la Stancheris).

 Non più occasioni di intrattenimento, ha sottolineato la Simona Celi, ma grandi eventi nazionali e internazionali, per una Modica che può mettere insieme arte e cibo e ritrovarsi al centro di un circuito teatrale siciliano attingendo ai fondi europei e a quelli del Mibac che mai ha investito in questi territori.

La formazione, altro tema affrontato dalla soprintende Rosalba Panvini che sta predisponendo un convegno dal 10 al 12 ottobre a Comiso, Ragusa e Modica sul tema: “ Beni culturali e turismo integrato tra Comiso e la Sicilia meridionale”.

Il supporto della Regione è fondamentale: L’assessore Stancheris, che ha dimostrato grande interesse per l’area iblea, pone centrale la questione delle sinergie tra i territori lasciando inalterate le diversità che sono ricchezza.

Modica tra l’altro ha il cioccolato e tante altre risorse da porre sul mercato internazionale ed è per tale ragione che ha già un piano per promuovere i territori attraverso le fiere.

L’idea del fare deve muovere tutto. Ha trovato interessante la gestione finanziaria del Consorzio degli operatori turistici che può contare, raro caso in Italia, sul 90% dei proventi della tassa di soggiorno a dimostrazione di coesione della categoria e trasparenza di azione.

L’on. Orazio Ragusa ha ribadito la funzione di ponte di collegamento tra il territorio e la Regione siciliana per un rilancio di una Città che ha tutti i requisiti per lo sviluppo: Non mancano idee e progetti.

“Il turismo è una qualità fondamentale della Città- commenta il Sindaco Abbate -e noi dobbiamo bruciare i tempi per concretizzare i progetti che abbiamo già redatto per costruire un brand Modica appetibile e ricercato. Necessario l’aiuto della Regione Siciliana che dovrà essere più vicina al nostro territorio non solo nel settore del turismo, ma penso all’agricoltura, alle attività sportive e del tempo libero al piano di sviluppo economico. Credo che oggi con la presenza dell’assessore Stancheris e del parlamentare Orazio Ragusa sia partito un percorso importante.”

A margine dell’incontro l’assessore Michela Stancheris, l’on. Orazio Ragusa si è intrattenuta con il Vice presidente del Coni, Giorgio Scarso, per parlare di alcuni progetti per la Modica e poi con il sindaco e la giunta dove sono stati illustrati i progetti del turismo da portare avanti e che costituiranno la sua agenda di lavoro nei giorni a venire.