“Antichi motori della Contea”: 145 auto e moto in Corso Umberto

6

E’ andata in archivio con successo la prima edizione di “Antichi motori nella Contea”, la manifestazione di auto e moto d’epoca dedicata agli appassionati e ai curiosi che in tanti si sono riversati in corso Umberto I, nel tratto compreso tra il Teatro Garibaldi e Piazza Monumento. La kermesse che ha preso il via alle 16:30 in una condizione climatica decisamente favorevole, ha radunato 145 mezzi (101 auto e 44 moto) con 300 membri degli equipaggi provenienti anche da Catania e Siracusa. “Antichi motori nella Contea”, primo raduno del Sud-est di auto e moto, è stato organizzato per gli appassionati dei motori antichi immatricolati fino al 1983, con la partecipazione di Vespa Club, Veteran Car Ibleo e Club Italia 500. “Siamo felici, ha dichiarato l’assessore allo Sport Rita Floridia, della buona riuscita della serata. Sono soddisfatta del lavoro portato avanti da tutti i collaboratori e ringrazio in particolare il consulente allo Sport Giuseppe Ragona. Intendiamo promuovere nuovamente questa manifestazione, a costo zero per il Comune, cercando di migliorarci sempre di più. Siamo soddisfatti inoltre della presenza dei tantissimi  visitatori che dal primo pomeriggio hanno scelto la nostra città per assistere all’evento che sicuramente ha risposto positivamente alle aspettative di molti”. Durante la premiazione, sono stati assegnati due categorie di premi,  la giuria popolare e la giuria formata da rappresentanti dei vari club che hanno aderito all’iniziativa. Alla premiazione presenti il Sindaco di Modica Ignazio Abbate, l’Assessore allo Sport Rita Floridia, l’Assessore all’Urbanistica e Centro Storico Giorgio Belluardo,  l’esperto allo sport Giuseppe Ragona e l’esperto al centro storico Franco Vanella. Il primo posto è stato assegnato al meraviglioso esemplare di Jaguar MK2 del 1963  di Giuseppe Schembari.  Alle sue spalle un simbolo dell’Italia la Lancia Augusta del 1934 di Antonino Provenzale.  Post bellica, la Fiat 500 Topolino del 1949 di Salvatore Cultrone, la terza classificata. Per le moto la vittoria è andata alla Lambretta del 1964 di Andrea Aprile. Secondo posto per la Vespa 50 special di Gaetano Sarta. Terza la Moto Guzzi Airone del 1950 di Danilo Contino.  Per la giuria le maggiori preferenze sono andate, per le auto, alla Fiat 1100 del 1931 di Salvatore Mirabella del Veteran Car Club Ibleo. Secondo posto per la Lancia Appia 1954 di Federica Ildebrando. Terzo gradino del podio la Fiat 500 Abarth del 1971 di Giovanni Cascone. Per la categoria a due ruote ha vinto il modicano Marcello Cassone e la sua Bianchi 500 del 1935. Dietro di lui la Vespa 180 Rally di Elio Lo Cicero. Terzo per il Sertum MCM 500 bellico del 1940 di Nicola Grimaldi.  Il club più rappresentato il Club Italia 500 di Angelo Fiore. Quello più “decorato” il Veteran Car Club Ibleo del presidente Vito Veninata che era presente con Lancia Aurelia del 1951. Il Vespa Club di Sergio Cannarella ha fatto gli onori di casa ed ha portato anche i due Moto Guzzi Airone della Polizia Municipale. Tra le ammirate anche la Austin Taxi inglese di Salvatore Pinelli e la Pontiac del 1982 di Salvatore Coppa replica di Kitt, il protagonista del famoso telefilm americano Supercar.
Musica e cabaret hanno fatto da cornice alla serata. Dinnanzi alla scalinata della chiesa di San Pietro ad allietare i visitatori gli sketch di Danilo Vizzini che, con la sua instancabile comicità, ha divertito il pubblico presente.  
Durante la serata è stato decretato anche il vincitore del “I premio Cialda d’Oro”, un’iniziativa alla quale hanno aderito 12 pasticcerie ed esercizi ristorativi del centro storico, ognuno dei quali ha preparato cannoli siciliani per far degustare a cittadini e turisti una delle nostre peculiarità siciliane. Il primo posto è andato alla “Putia ro vino”con 59 voti, secondo posto alla pasticceria “Chantilly” con 46 voti, terzo classificato CioToCa con 43 preferenze .