Ex guardia giurata in carcere per bancarotta fraudolenta

3

Dovrà espiare, al carcere di Ragusa dove è stato condotto nel tardo pomeriggio di ieri,  la pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione, Fernando Cavalieri, sessantenne ragusano, ex guardia giurata. Il provvedimento è stato eseguito dagli uomini della divisione anticrimine della questura, in attuazione dell’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa. La condanna riguarda i reati di bancarotta fraudolenta e bancarotta semplice aggravati dall’aver commesso i fatti rivestendo la qualifica di presidente e legale rappresentante di una agenzia di vigilanza privata operante in provincia di Ragusa. Il Cavalieri è stato anche denunciato per detenzione abusiva di munizioni. Al momento dell’esecuzione della misura, ed in considerazione del fatto che il sessantenne risultava detenere legalmente armi comuni da sparo, i poliziotti nella fase di acquisizione delle armi in questione, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare, trovando, in casa, un piccolo arsenale.  Gli investigatori hanno trovato, occultati all’interno di un involucro sul comò della camera da letto, munizioni e parti di esse di calibro diverso rispetto a quello compatibile con le armi legalmente detenute.  Si tratta di una  pistola scacciacani priva di tappo rosso e relativo caricatore; un paio di manette di sicurezza del tipo in uso alle Forze di Polizia, e relativa chiave; ed ancora 62 cartucce di diverso calibro, 18 ogive anch’esse di diverso calibro e sei bossoli già esplosi. Immediata la denuncia per omessa comunicazione di materiale esplodente, per detenzione abusiva di munizioni e divieto di detenzione delle medesime.  Il provvedimento giudiziale eseguito prevede, quali pene accessorie, l’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni e  l’inabilitazione all’esercizio di un’impresa commerciale ed l’incapacità di esercitare uffici direttivi in qualsiasi impresa per 10 anni.