Incendio in un’azienda agricola a Vittoria

1

Sarebbe di dubbia matrice l’incendio che venerdi sera ha coinvolto un’azienda agricola in contrada Dirillo, in territorio di Vittoria, su cui sono in corso indagini da parte dei carabinieri. Il proprietario, un niscemese di 65 anni, ha già presentato denuncia al comando dell’arma, ma non avrebbe saputo fornire indicazioni sul rogo. L’incendio, i cui danni sono ancora in corso di quantificazione, ha coinvolto 5000 cassette in plastica e ha seriamente danneggiato duemila metri quadrati di serre coltivate a zucchina. L’attività investigativa è stata condotta in modo contestuale ai servizi di controllo del territorio eseguiti nel fine settimana che ha portato alla denuncia di tre persone in stato di libertà. Si tratta di un romeno di trent’anni, domiciliato ad Acate, bracciante agricolo incensurato, bloccato in sella al proprio scooter 150 sprovvisto della copertura assicurativa e privo della patente di guida perché mai conseguita.
A Chiaramonte, un altro romeno di 22 anni, anch’egli bracciante agricolo incensurato, è stato denunciato perché alla guida di una bmw,sprovvisto di patente di guida in quanto mai conseguita. A Vittoria, un romeno di 23 anni, che svolge la stessa professione, è stato trovato in possesso, a bordo della propria auto, di  5 taniche in plastica da 25 litri piene di gasolio, un torcia, 2 timer, una chiave giratubi e 100 metri di cavetto elettrico, materiale di cui non è riuscito a fornire alcuna giustificazione. Il materiale è stato sottoposto a sequestro. Infine due giovanissimi, un vittoriese appena maggiorenne, e un comisano di 23 anni sono stati trovati in possesso di un grammo di marijuana, e sono stati segnalati alla Prefettura. Inoltre il 18enne era alla guida di un scooter privo della patente di guida perchè mai conseguita. A consuntivo dell’ attività, i militari hanno ritirato una patente di guida, elevato una decina di contravvenzioni al codice della strada e altrettanti punti hanno decurtato dalle patenti. Infine i carabinieri hanno sequestrato tre mezzi ed eseguito una decina di perquisizioni personali, veicolari e domiciliari.