Operativo in contrada San Leonardo il nuovo impianto di biossido di cloro

36

Pienamente operativo, dallo scorso fine settimana, un nuovo impianto per la produzione di biossido di cloro all’interno dell’impianto di sollevamento di Contrada San Leonardo. Il nuovo macchinario, da venerdì scorso, affianca quello già funzionante, con una potenza produttiva di 600 g/h, il triplo di quella sviluppata dall’impianto finora operativo che però, a causa dello stress da continuo funzionamento, rischiava di incorrere in frequenti guasti, con conseguenti difficoltà per il rifornimento idrico di circa il 60 per cento delle abitazioni nel perimetro urbano. I due impianti, da venerdì, operano quindi in parallelo, con relativa attivazione alternata in base alla portata d’acqua di volta in volta necessaria. Effettuata, inoltre, la sostituzione dei serbatoi di contenimento dei due componenti chimici necessari alla produzione del biossido di cloro per la depurazione delle acque, con una capienza tre volte maggiore rispetto alle strutture preesistenti e con doppia camera di sicurezza a disposizione. Tra gli altri interventi realizzati all’interno dell’impianto di sollevamento di contrada San Leonardo, al fine di garantire la piena sicurezza degli operatori impegnati nell’utilizzo degli impianti, si è provveduto all’installazione di una doccia di emergenza visoculare, una valvola di apertura antipanico ed una centralina Ups, secondo le normative vigenti. Il nuovo contratto, firmato con la ditta Prominent S.R.L. di Bolzano, che ha provveduto all’installazione dell’impianto, prevede infine, in caso di guasto della struttura, l’intervento dei tecnici per la riparazione, entro 48 ore dalla rilevazione del malfunzionamento. Un aspetto, quest’ultimo, non previsto in precedenza.

 “Gli interventi completati nello scorso fine settimana – dichiara il sindaco Federico Piccitto – rispondono alla precisa esigenza di garantire un approvvigionamento idrico pienamente efficiente e costante ai cittadini. I quali, appena un anno fa, furono costretti ad affrontare, a causa di una lunga fase di emergenza idrica, continue difficoltà quotidiane. Intendiamo scongiurare definitivamente, con il massimo impegno, tale eventualità; per questo, all’intervento già realizzato sugli impianti di biossido di cloro, aggiungeremo, al più presto, il già previsto progetto di riduzione delle macroperdite d’acqua all’interno della rete idrica cittadina”.