Il ponte Guerrieri chiuso dal 15 giugno. Il percorso alternativo per Modica

64

Ormai è ufficiale: dal 15 giugno il ponte Guerrieri chiude per la manutenzione straordinaria prevista ormai da mesi. Si tratta dei lavori di messa in sicurezza dei giunti e sostituzione delle barriere di protezione, già affidati in appalto dall’Anas, insieme a quelli di altri ponti, tra cui il Costanzo attualmente in corso, per un importo totale di oltre 3 milioni di euro.
L’Anas e il Comune di Modica hanno già concluso tutti gli accordi e l’amministrazione comunale ha condotto in questi giorni tutte le interlocuzioni con sindacati, associazioni di categoria, forze dell’ordine, per definire il piano della viabilità.

L’amministrazione preannuncia che tutti i dettagli saranno resi noti a breve nel corso di un’apposita conferenza stampa, ma intanto il percorso alternativo è già stato ipotizzato per linee generali.
Quasi certamente sarà stabilito un senso circolare tra Corso Umberto e via Nuova Sant’Antonio, al quartiere Dente: mentre lungo il primo ci sarà un senso unico da piazza Rizzone verso via San Francesco La Cava, dalla seconda si potrà scendere verso Modica Bassa; anche in Corso Garibaldi dovrebbe essere invertito il senso unico, in modo che anche da qui si possa raggiungere in centro, in questo caso da Modica Alta. Dovrebbe invece restare invariata la viabilità in via Nazionale, via Tirella, via Vittorio Veneto e Viale Medaglie d’Oro.
Corso Umberto rimarrà insomma il percorso obbligato per chiunque voglia andare non solo dalla Sorda verso Modica Alta, ma anche – più in generale – dalla zona di Ispica verso Ragusa (a meno di scegliere l’alternativa dalla via litoranea).

La scelta di far coincidere i lavori al Ponte Guerrieri con la stagione estiva è stata resa obbligata dalla necessità di attendere almeno la fine dell’anno scolastico: la ditta incaricata dovrebbe riuscire comunque a porre rapidamente in essere tutte quelle opere utili a consentire nel più breve tempo possibile almeno la riapertura parziale di una corsia.

Il nuovo piano della viabilità, al quale peraltro non si sarebbero potute immaginare molte alternative, sembra comunque non dispiacere ai commercianti: si tratta infatti pur sempre di un’occasione per portare un maggior numero di persone verso il centro, con l’auspicio che le condizioni del traffico non diventino esasperanti.
I lavori di manutenzione straordinaria al ponte Guerrieri restano ovviamente la priorità assoluta per tutti, a maggior ragione dopo “l’incidente” che si è verificato appena tre settimane fa, con il distacco di alcuni blocchi di cemento che sono precipitati su via Fiumara, costringendo l’Anas ad un primissimo, urgente intervento di messa in sicurezza.

[Fonte: La Sicilia]