Scopre il ladro in casa, lo blocca e lo fa arrestare. A Modica

0

Tenta un furto in un’abitazione, pensandola in quel momento deserta, ma viene scoperto dal giovane proprietario e poco dopo arrestato in flagranza di reato: il responsabile è il pericoloso pluripregiudicato Benito Di Stefano, ragusano, noto con lo pseudonimo di Benito Cianchino.

Ecco il comunicato della Polizia di Modica:

Il fatto: alle ore 17.25 i componenti della volante intervenivano in via Tremila, in zona Cappuccini nel quartiere Dente, in quanto era stata segnalata la presenza di un malvivente che dopo aver tentato di perpetrare un furto in un’abitazione. Vistosi scoperto, tentava la fuga ma, dopo un inseguimento, veniva bloccato dalla stessa vittima la quale lo aveva visto uscire dalla sua abitazione. Il malvivente, noto alle forze dell’ordine fin dal 1984 nonchè più volte arrestato e condannato per svariati reati, non si scoraggiava e per garantirsi l’impunità non esitava a brandire un grosso cacciavite contro il giovane costringendolo, con minacce di morte, a lasciarlo andare. Il tempestivo quanto provvidenziale intervento dei poliziotti del Commissariato permetteva l’immediato arresto di Di Stefano che alla vista della Polizia cessava ogni resistenza; la perquisizione peraltro, consentiva al personale della volante di trovare e sequestrare il cacciavite con aveva minacciato di morte la vittima
Il soggetto veniva accompagnato in ufficio ove sentiti i testimoni e chiarite le sue responsabilità veniva dichiarato in arresto per il reato di rapina impropria. Il Pm di turno alla luce degli elementi probatori raccolti dagli uomini della Polizia di Stato, disponeva che Di Stefano venisse tratto in arresto e posto in regime di detenzione domiciliare presso l’abitazione di Ragusa.
Ancora una volta, la collaborazione del cittadino ha consentito alla polizia di stato di assicurare alla giustizia l’autore di un grave fatto reato.