E la chiamano estate…

3

WIKIPEDIA definizione di “Chalet”:
“Uno chalet, o chalet svizzero, è un tipo di costruzione di casa tipico degli ambienti montani (specialmente alpini) in legno con tetto spiovente e ampiamente a strapiombo (per evitare accumulo di neve) con grondaia, comune in Svizzera e in altre regioni alpine”.
Ecco appunto, oggi inizierei proprio con lo scomodare Wikipedia, perché nulla è più calzante di questa definizione, per sintetizzare questa pazza pazza estate!!!

“Allora, domani andiamo allo chalet?”
“Certo, io indosso il mio nuovo bikini in visone selvatico con pareo di cachemire, e per le 10 ti raggiungo allo ski-lift!!!!”

Ma io ora dico, Ragusani, l’estate già di suo quest’anno non ne vuole sapere di venire in vacanza, ma pure voi però… come si può chiamare un baretto sulla spiaggia, come un rifugio di montagna, OMG!!!

E comunque,dai, agosto è arrivato e con esso, pare anche l’estate. Vediamo il lato positivo delle cose e diciamo che lavorare a giugno e luglio con l’aria fresca di giorno, e il golf la sera non è poi così male.

E allora tutti al mare, riversatevi nelle dorate spiagge della vostra adorata Marina, e via con lo struscio serale, e con lo sfoggio della perfetta forma fisica, risultante degli sforzi di un inverno troppo lungo di zumba walking, spinning, saune massaggi creme snellenti, e diete di ogni filosofia, da quelle iper proteiche passando per la paleo, e in casi estremi… catena e catenaccio al frigo. Ahahahah!

Ma per non vanificare tutti questi sforzi, diamo insieme un occhio al look.
Sì, perché un fisico in forma, ovviamente a ciascuno la sua forma, alti bassi più tondi o sotto peso, 20enni – 40enni o anche belle/i settantenni, va accompagnato ad una bella abbronzatura e al giusto abbigliamento. Vediamo insieme alcuni outfit, per essere charmant eleganti anche in spiaggia, per un estate indimenticabile.

Facciamo un gioco tipico da sotto l’ombrellone, una sorta di UNCHIC LIST, e la sua risposta GLAM CHIC … Che ne dite?

cleo21- Must dell’estate bikini spaiato sì, bikini spaiato no…mmmmm, troppo difficile centrare il giusto mix, e nella vana ricerca, con tocco personale estroso, di centrare l’obiettivo, si vedono risultati tremendi… Dire spaiato anche NO. In alternativa soprattutto per chi non è più una teenager (quelle si possono permettere tutto) un total look White o Black con fascia o con l’intramontabile triangolo e non sbagliate mai. Ma vi raccomando, non inserite ‘ste coppe imbottite nel triangolino, non si possono guardare, e poi vuoi mettere ‘sta cosa zuppa, “…quando esci dall’acqua e ti vieni a sdraiare, vicino a me vicino a meeee…” che figuraaaaaaaa, magari le strizzate pure, nooooooooo!!!!!

2- FLOU: c’è una sottile linea immaginaria, e lo sconfinamento di essa significa tamarroooo! Quindi attente al flou, ci vuole un fisico bestiale, un bronzo eccezionale, un bikini fatto bene (no mercato) e nonostante questo, il risultato non sempre fa chic… fate voi. Consiglio??? Vuoi il colore, che a mare ci sta pure, ok allora un bikini pastello con il rosa o il celeste polvere, magari in sangallo o pizzo, quello sì, fa treschic.

3- Vi pregooooo la fascia sui capelli NO e tantomeno la bandana… quella lasciatela ai pirati, e neanche pinza/mollettone!!!
Ma per proteggere i tuoi capelli ed essere in piena tendenza, torna di moda il turbante. Sì, quello della nonna, ma in versione fashion, rimembra l’allure delle dive di altri tempi, le scintillanti atmosfere anni ’70 e la magia delle terre da mille e una notte. Il turbante, è il nuovo accessorio glamour dell’estate che, riproposto sulle scene dell’haute couture è subito mania.

4- Uominiiiii!!!! Pensavate di averla scampata? Naaaaaaaa. Allora andiamo a voi, che a dirla tutta siete una frana, magari sarete anche bellocci, fisicati… ma forse lì ė peggio perché pensate di poter osare. No no, vi prego NO. Se non avete il fisico di David Beckham che sfila l’intimo per H&M, vi prego SLIPPINO-INO-INO NO! Optate serenamente per un pantaloncino-ino-ino però (non modello caviglia) magari con righe se siete normotipo o stampe con conchiglie, ramarri o pescetti mood Saint Tropez, un minimo di abbronzatura, ed anche con un po’ di pancetta di troppo e sarete comunque glam. NO camouflage, NO palme… please…!

5- Ultimo punto, ma non meno importante, outfit da mare per signore e signori, a cui faccio una premessa: MAI dico MAI in giro per strada o al Chirinquito per bere una bibita, o tanto meno a tavola senza camicia o maglietta per i maschietti, e mini dress x le femminucce.
Detto questo, per le LEI anche a mare si va con stile… e basta poco.
Per le più giovani ok al Cowgirl look, ma attenzione, basta il cappello sbagliato, o l’accessorio di troppo per fare effetto Calamity Jane. Per le altre, una bella camicia bianca, un cappello in tessuto a falde contenute a righe/o fiori, una borsa di paglia o una cult bag di ispirazione pop ed il gioco è fatto!
Il mini dress sottoveste, ed anche qualche bijou, piccole conchiglie al collo, o pendenti ai lobi, micro braccialetti (no cavigliera no) danno quel tocco di personalità che fanno di te una donna attenta e curata… Che non guasta mai!

6- Ometti che dire, semplicità, meglio togliere che mettere! Togliere collane, braccialetti, anelli, placchette da Marines quando manco avete fatto il militare perché mamma’ vi ha fatto esonerare, lasciate perdere, una bella camicia di lino fresca, un bermuda liscio, No tasconi sotto 1mt e 80 please, e sopratutto, lancio il quiz dell’estate: ma chi cavolo ha inventato il pinocchietto per uomo??? AL ROGO insieme all’inventore del borsello o, peggio, del marsupio!

La favola insegna che…le icone di stile spesso la mattina si buttano addosso una sovrapposizione di cose a caso, con nonchalance, e tutti lì a pensare che sia studiato… Ma loro appunto sono naturalmente chic… e siccome non tutte sono Cleopatra…(alla storia sono passata anche per i miei look ) non tutte sono fashion blogger come Olivia Palermo (vedi foto) per non sbagliare… se volete… osservatele, ascoltatele e perché no copiatele!

Senza rancore, buona estate
La vostra Cleopatra.