Idee per Natale? Con una confezione su misura, regalate un po’ di voi stessi

6

Sì, ragu-sani&belli, quante volte scartare un pacchetto è stato più emozionante dello scoprirne il contenuto?

Quel folle profeta e visionario di Andy Warhol, l’aveva capita tempo fa l’importanza del packaging: come dimenticare le sue Campbell’s Soup?
Io oggi, sulla scia del suo illuminante pensiero, rilancio l’importanza del contenitore, la dignità del “pacchetto”, rivisitato in chiave colta e raffinata, in versione spending review, imprescindibile (o quasi) dal suo contenuto, anch’esso fondamentalmente adeguato alla crisi.

E allora rovistate nei vostri cassetti, recuperate nastri dei confetti, gomitoli di lana mai usati per sferruzzare, riciclate fiocchi dei bei pacchi ricevuti nei natali passati e mai buttati, cartoncini, rami di rosmarino e ramoscelli di ulivo (magari benedetto); usate veline colorate e pagine di giornali, carta da imballaggio e vecchi scampoli di stoffe… et voilà, il pacchetto è fatto!!!

nastrini

Provateci!!! Vestire il vostro regalo con un abito su misura, pensando al destinatario, è un po’ come disegnare un vestito ad hoc che rispecchi la personalità di chi lo riceve.
Inoltre fa bene anche a noi: è meglio di una seduta di yoga, ci rimette in pace con noi stessi, parla di noi e soprattutto mostra amore, buon gusto e personalità.

Ma, posto che bisogna soccombere all’unico momento di baratto sopravvissuto alla storia, cosa metteremo dentro il nostro splendido pacchetto?

Niente direi io, ma non si può e, allora, affidiamoci alle risorse gratuite in nostro possesso: un po’ di tempo, le nostre idee, ma soprattutto il buon gusto… certo questo l’ingrediente più difficile…e mettiamoci all’opera che ancora c’è qualche giorno di tempo.

Ecco le mie idee cheap e soprattutto hand made.

NO NO NO, niente panno lenci, macchina da cucire e colla a caldo, stile “detto fatto”.
NO NO NO!

Quando dico fatto a mano, voglio dire SPORCATEVELE queste mani, fatevi avvolgere da nubi di farine e zucchero a velo, storditevi di profumo di zenzero e chiodi di garofano e sfornate, al suono di canti natalizi, sublimi biscotti a forma di stelle, cuori alberelli e campanelle, circondateli di nastrini colorati e custoditeli con amore in piccole scatole e veline rosse, a cui aggiungerete un piccolo pensiero scritto, dedicato e pensato per Lui, per Lei, per Loro.

-2

E poi ancora: usate le bottiglie di salsa fresca che avete comprato in quantità eccessiva, personalizzatele con delle belle etichette disegnate da voi, con delle frasi dedicate al destinatario del dono, il quale – quando aprirà la dispensa e la rileggerà -sorriderà al pensiero e vi ringrazierà per avere contribuito alla riuscita della cena last minute!

Lo stesso potete fare con una bella bottiglia di olio del vicino frantoio, che questo Natale vi garantisco, sarà più gradito di una bottiglia di champagne.
Un classico le marmellate fatte da voi, e rese “vostre” con il tocco di qualche ingrediente particolare, come le mandorle all’interno, o l’aroma di cannella nelle fragole, e un’etichetta unica, magari un vostro selfie mentre mescolate e dosate zucchero e cannella!

Ultima idea? Proprio quella dell’ultimo minuto? Ok ve la do: prendete una busta colorata ed indirizzatela alla persona del cuore, scrivete un pensiero di speranza, di pace, di serenità
Ma siccome non sono una santa e non vorrei sembrarvi eccessivamente stile “Peace&Love”, metterò un tocco di senso pratico non distante dalla realtà: aggiungete un biglietto della Lotteria Italia e… buona fortuna!

La favola (di Natale) insegna che… ci sono diversi ottimi motivi per mettere sotto l’albero di amici e parenti un pacchetto fatto a mano. Nella realizzazione c’è dentro qualcosa di se stessi, delle proprie passioni, un po’ del proprio tempo.
Inoltre è un vero regalo pensato, magari non perfetto con qualche difettuccio estetico, ma che sicuramente lo renderà unico e indimenticabile.

-3Come ogni anno ci apprestiamo a salutare il mese di dicembre con un po’ di nostalgia con i ricordi dei natali passati, di chi non c’è più seduto alla nostra tavola, e di chi è invece una new entry, sorrisi, vino, mandorle e canditi tra i denti, e soprattutto chili presi à gogo. Ma sarà gennaio il tempo delle diete…

Buon Natale, di cuore ❤️

La vostra Cleopatra