Ferragosto: istruzioni per l’uso. Meteo, traffico e tradizioni

36

Se vi state chiedendo che tempo farà a Ferragosto, prima di organizzare la classica “arrustuta” in campagna o al mare, ecco le previsioni meteo e traffico per il 15 agosto 2014, giornata che anche negli iblei, come tutti in tutta Italia, si attende con trepidazione per fare festa e stare in compagnia.

IL METEO
I principali modelli di rilevazione concordano nel prevedere per Ferragosto un calo delle temperature, più marcato al Nord, ma presente anche sulle restanti zone della Penisola in particolare al Centro.
La giornata del 15, insomma, dovrebbe trascorrere con temperature leggermente al di sotto della media stagionale. Solo al Sud e sulla Sicilia, l’estate sarà veramente piena, con sole, caldo e temperature che localmente potrebbero superare i 35°C e sfiorare i 38°C.
Tutto lo stivale però avrà delle temperature leggermente in calo, il che non è del tutto negativo visti gli ultimi giorni di gran caldo che hanno colpito il nostro territorio (e tutta la Sicilia).
In sintesi: al nord tempo stabile e poco nuvoloso, con temporali diffusi, anche forti, su Pianura Padana, Alpi e Prealpi. E con un calo termico fisiologico (intorno ai 26/28 gradi), in quanto la perturbazione dei precedenti giorni lascerà ancora qualche strascico fino al weekend successivo a Ferragosto.
Al centro sereno con temperature nella media (31/32 gradi).
Al sud e in Sicilia invece sarà molto soleggiato con temperature al di sopra della media stagionale: 35/36 gradi, con pochi picchi locali di 38 gradi.

IL TRAFFICO
Siccome le coste iblee restano, nonostante tutto, tra le mete privilegiate dei siciliani del Sud Est, si prevedono tre giorni di gran via vai sulle strade ragusane.
Donnalucata, Marina di Ragusa, Maganuco, Sampieri, Pozzallo e S. Maria del Focallo: sono queste le spiagge più ricercate. Come è successo la scorsa domenica, giornata di “Stelle cadenti”, quando gli arenili sono stati letteralmente riempiti da tende e bivacchi per la notte di San Lorenzo.
Il picco del traffico è atteso per la sera di giovedì e – visto che il 15 agosto cade di venerdì, favorendo un lungo ponte fino alla fine della settimana – per la sera di domenica 17, quando comincerà il rientro verso casa.
Previsto, anche dalle forze dell’ordine, un grande afflusso non solo sui litorali, ma anche nei centri storici delle città iblee (Scicli, Ibla, Modica), prese d’assalto dai turisti per una gita alla scoperta delle bellezze architettoniche, chiese, palazzi e beni monumentali (sempre che le opere restino aperte…).
Va tenuto conto, inoltre, che questo lungo week end estivo sarà per molti l’unico periodo di vacanza.

STORIA E TRADIZIONE
Infine, una domanda: che cosa è e cosa significa Ferragosto?
Il termine
deriva dal latino Feriae Augusti (festa e riposo di Augusto) e fu istituito dall’imperatore Augusto nel 18 a.C.
Nel mese di agosto si celebrava la raccolta dei cereali e quindi nell’antica Roma si festeggiava la fine dei principali lavori agricoli.
Questa festività pagana, che in origine era celebrata il 1° d’agosto, e fu trasportata poi dalla Chiesa cattolica al giorno 15 del mese, in coincidenza con la festa religiosa dell’Assunzione di Maria in cielo: è il giorno tipico delle ferie, cioè della breve sospensione del lavoro nel pieno dell’estate, che si estende in genere anche ai giorni contigui, e che conserva l’antico carattere popolare, con l’uso delle scampagnate e delle mance (nel giorno di Ferragosto i lavoratori ricevevano una mancia dal padrone, gratifica che nel Rinascimento venne resa obbligatoria per decreto pontificio e chissà che l’attuale tredicesima non ne sia la moderna derivazione… ) per passare una giornata spensierata insieme con gli amici e gustare piatti fatti in casa e, soprattutto, la tradizionale grigliata di carne o di pesce.