Siete giovani e volete aprire un’attività? La Regione vi dà 50mila euro: ecco come

216

Si possono ottenere fino a 50 mila euro, a fondo perduto, per avviare un’impresa o per ampliare e sviluppare un’azienda già esistente.
Un sostegno concreto che la Regione offre ai giovani siciliani che hanno fino a 35 anni di età.

Il bando, pubblicato dalla Regione in Gazzetta ufficiale lo scorso 5 settembre 2014, è relativo all’azione 4 dell’accordo di programma quadro sulle politiche giovanili.
Per presentare le domande c’è tempo fino al 4 novembre 2014. Le risorse assegnate dall’avviso ammontano a circa un milione di euro.
Ad illustrare le modalità per ottenere il finanziamento è stato l’assessore regionale al Lavoro Giuseppe Bruno: “Si tratta”, ha spiegato Bruno “di un’iniziativa che porta all’autoimprenditorialità. Sono, infatti, previsti dei benefici che vengono dati con misure variabili, intorno ai cinquantamila euro. Sono dei contributi che consentono ai giovani, da soli o associati, di avviare un’attività”.

Nel dettaglio, come riporta il Giornale di Sicilia:
L’avviso promuove quelle realtà imprenditoriali (nuove o già avviate) che contribuiscano a potenziare i sistemi di welfare territoriale, a modernizzare le politiche di inserimento lavorativo e portino alla creazione di nuovi posti di lavoro. Nello specifico i progetti che il candidato dovrà presentare per ottenere il finanziamento possono riguardare diversi settori ma devono occuparsi della produzione e dello scambio di beni o servizi di utilità sociale. Ovvero di servizi nel settore dell’assistenza sociale, sanitaria e sociosanitaria ma anche nell’assistenza dell’educazione, istruzione e formazione, della tutela dell’ambiente, della valorizzazione del patrimonio culturale, del turismo sociale, della formazione universitaria e post universitaria, della ricerca ed erogazione di servizi culturali, della formazione extrascolastica, di servizi strumentali alle imprese sociali e di servizi per favorire l’inserimento professionale di lavoratori svantaggiati o disabili.

A CHI È RIVOLTO IL BANDO
Possono presentare un progetto i giovani che sono residenti o domiciliati in Sicilia, sia italiani che stranieri. I candidati dovranno avere compiuto i 18 anni di età alla data di presentazione della domanda e non aver compiuto 36 anni alla data di scadenza dell’avviso (ovvero il 5 novembre). La domanda può essere inviata come singoli, gruppi informali (in caso di costituzione di nuove imprese) o come imprese già costituite in caso di ampliamento o sviluppo della propria attività. Le imprese dovranno in ogni caso avere sede operativa in Sicilia e dovranno realizzare i servizi all’interno delle stessi sedi presenti nell’Isola, pena l’esclusione.

COSA VIENE FINANZIATO
Le agevolazioni riguarderanno investimenti materiali e immateriali e spese di gestione.
Nello specifico saranno considerati ammissibili i costi, al netto di Iva, sostenuti successivamente alla presentazione del progetto e alla comunicazione di ammissione al finanziamento. Per accedere al fondo occorre promuovere un progetto che preveda una spesa con un importo compreso tra i 15 mila e i 200 mila euro.

COME SI CHIEDE IL FINANZIAMENTO
La richiesta di finanziamento dovrà essere presentata allegando: il modulo di domanda; il curriculum vitae dei giovani richiedenti o, nel caso di società già esistenti, il curriculum societario; il business plan descrittivo e il piano economico-finanziario. Sul sito del dipartimento della Famiglia e delle Politiche sociali è presente una sezione dove è possibile scaricare tutta la documentazione necessaria.
La domanda va poi inviata in busta chiusa a: Regione Sicilia, Assessorato della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro, Dipartimento della Famiglia e delle Politiche sociali – Servizio 6 – U.O. 1, via Trinacria 34/36 90144 Palermo.

Può essere mandata a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, presentata mediante un’agenzia di recapito autorizzata o consegnata a mano.