Se l’autobus è pieno, gli studenti perdono la scuola. A Modica scoppia la polemica

18

Secondo giorno di scuola per gli studenti modicani ed arrivano già le prime polemiche.
Nel mirino il trasporto scolastico “garantito” dall’Ast.

Questa mattina 12 ragazzi che frequentano le scuole superiori nel quartiere Sorda sono rimasti a piedi presso la fermata di Piano del Gesù a Modica Alta, perché non c’erano posti sull’autobus.
Erano le 07.25 e all’arrivo del mezzo i ragazzi stavano provando a salire solo che già si registrava il tutto esaurito. Tra i pensionati e gli altri studenti che erano saliti nella fermata precedente non c’era più posto e quindi l’autista ha comunicato ai ragazzi di aspettare il successivo mezzo.
Peccato che l’altra corsa sia prevista alle 08.30, con arrivo dopo circa mezz’ora nei pressi delle scuole, ovvero quando le lezioni sono già cominciate e la prima ora è bella che andata.

Un problema serio che già l’anno scorso si era ripetuto causando la perdita di diverse ore di scuola nell’arco dell’intero anno scolastico, senza contare naturalmente i disagi dei ragazzi costretti ad aspettare al caldo o al freddo, per più di un’ora, l’arrivo di un autobus.

I genitori speravano che con il nuovo anno il problema fosse stato risolto ma oggi ci hanno ricontattato per comunicarci quanto descritto. Inutili le richieste fatte all’Ast di aumentare le corse in coincidenza con l’apertura e la chiusura della giornata scolastica. Anche perché se il problema comincia a monte, nelle prime fermate di Modica Alta, viene facile immaginare che a cascata riguardi tutte gli altri stop fino alle scuole.

E va ricordato anche che la famiglia di uno studente che usufruisce del servizio di trasporto urbano paga 26 euro al mese non rimborsabili dal comune.
E proprio dal comune arriva una buona notizia per gli studenti pendolari. L’assessore alla pubblica istruzione, Orazio Di Giacomo, interpellato da Ragusah24.it ha contattato il dirigente Ast, Paolo Bonajuto, il quale ha spiegato che questo disservizio è dovuto solo alla mancanza di mezzi perché sotto manutenzione.

A giorni i mezzi torneranno a disposizione e l’Azienda Siciliana dei Trasporti provvederà a raddoppiare la corsa delle 7:25 in modo da far arrivare puntuali gli studenti.