L’eredità della Contessa di Modica. Come verrà diviso il patrimonio di Cayetana?

118
María del Rosario Cayetana Alfonsa Victoria Eugenia Francisca Fitz-James Stuart y de Silva Falcó y Gurtubay | Ansa

Aperto il testamento della diciottesima duchessa d’Alba e contessa di Modica, Cayetana, scomparsa a 88 anni, nel novembre del 2014.

A quasi due mesi dalla morte di María del Rosario Cayetana Alfonsa Victoria Eugenia Francisca Fitz-James Stuart y de Silva Falcó y Gurtubay (questo il suo nome completo), gli eredi scoprono finalmente le ultime volontà della nobildonna più titolata al mondo.
Nessuno si aspettava delle sorprese. Invece… pare – stando a quanto riportato da Oggi – che non tutto il suo ingente patrimonio va diviso fra i sei figli.

Questo è quanto scrive Oggi sulla vicenda:

Non si conosce il valore esatto della fortuna in questione: proprio nel 2011 la rivista Forbes parlò di circa 3 mila milioni di dollari. Per impalmare Alfonso Diez come terzo marito (i due precedenti erano morti), Cayetana scese a un compromesso con i suoi sei figli.
Sembra che quest’ultimo abbia sottoscritto ben 15 clausole per assicurare che la sposava solo per amore e rinunciava a qualsiasi eredità e all’usufrutto dei beni.
Invece, nelle volontà lette a Madrid, Cayetana ha stabilito che le quote siano divise secondo la legge: al marito la legittima di un terzo dell’eredità (beni e denaro), ai sei figli e alla Fondazione Casa de Alba (che controlla beni intoccabili salvo autorizzazione del ministero della Cultura), i due terzi.

Continua a leggere sul sito di Oggi.it

Secondo i quotidiani spagnoli Alfonso avrebbe confidato agli amici di voler rispettare invece i patti prematrimoniali e di non volere in nessun modo litigare con la famiglia della sua ex sposa. Si accontenterebbe di 6mila euro al mese e di un appartamento.