Sicilia Democratica si presenta. E annuncia il raddoppio della Ragusa Catania

0

Il ministro per le Infrastrutture, Maurizio Lupi, ha finalmente firmato, nei giorni scorsi, il decreto per il raddoppio della SS 514 Ragusa-Catania. Adesso tutto passerà nelle mani della Corte dei Conti e del Ministero dell’Economia, ma si tratterà di una semplice presa d’atto”.
L’annuncio è di Sebastiano Gurrieri, componente del comitato ristretto per la realizzazione dell’opera viaria, che ha anche azzardato un periodo approssimativo per l’inizio dei lavori: da giugno a settembre.

La notizia, non certo secondaria, è venuta fuori alla conferenza stampa di presentazione di Sicilia Democratica nel corso della quale, questa mattina a Ragusa, l’On. Lino Leanza, in qualità di coordinatore regionale, ha ufficialmente investito proprio Gurrieri (alla luce delle 22 preferenze ottenute nel corso dell’assemblea fondativa svoltasi a Giardini Naxos) della carica di coordinatore provinciale, e Salvatore Tolomeo, di quella di coordinatore cittadino di Vittoria (di cui è anche già candidato sindaco). Presenti alla conferenza anche Mariuccia Cascone e Giovanni Di Stefano, coordinatrice cittadina e presidente del partito nel capoluogo ibleo.

Un partito che, in ambito nazionale, si colloca vicino al PD e che, a dimostrazione dell’intenzione di fare bene e correttamente, si è già dotata di uno statuto e di un codice etico. Tre i valori attorno ai quali intende continuare a ruotare: il cattolicesimo democratico, il riformismo socialista e “l’autonomia buona”, quella, cioè, dei diritti e non dei privilegi.

La nomina di Gurrieri arriva per premiare il lavoro svolto nella gestione commissariale della Camera di Commercio.
Tra i punti programmatici sui quali Sicilia Democratica vuole dare battaglia spiccano, infatti, il sostegno alle piccole e medie imprese, all’interno di un quadro di valorizzazione delle eccellenze iblee che va dal comparto agricolo alle infrastrutture locali.
“Il nostro non è un movimento contro qualcuno”, ha specificato Leanza: “ma per qualcosa. Avremmo già potuto scegliere di essere il partito dei deputati, invece abbiamo deciso di essere quello dei cittadini che vogliono partecipare alla vita politica”.

Leanza ha poi annunciato la stagione densa di appuntamenti che aspetta SD da qui a maggio. Entro il 28 febbraio tutti gli organismi dovranno essere costituiti e le nomine temporanee ultimate. I primi di maggio si celebrerà il congresso regionale che sancirà la fine della sua carica di Coordinatore Regionale. Seguiranno le campagne di tesseramento e la presentazione ufficiale dei programmi e dei progetti.

Gurrieri, ovviamente soddisfatto del nuovo incarico, ha affermato di voler sfruttare al massimo questa delega. “Dieci anni fa ho organizzato La Margherita e da allora tutto è cambiato, in peggio purtroppo. Ripartiamo dall’organizzazione di momenti di incontro, dal cinema, dal teatro, dalla cultura e dal lavoro, creando una rete tra tutti e dodici i comuni iblei”.