Potrebbe sorgere a Ispica il primo cimitero per animali domestici in Sicilia

7

12 inviti per 12 sindaci e solo una risposta. Quella del Comune di Ispica, l’unico che finora ha accolto l’appello dell’imprenditore Antonello Firullo relativo all’istituzione di un cimitero per animali d’affezione, tanto che mercoledì 29 il progetto è stato al centro di un incontro con il primo cittadino, Piero Rustico, e il suo vice, Cesare Pellegrino.

Il Comune ha messo a disposizione di Firullo un terreno adiacente al canile e gli ha dato carta bianca affinché sia lui a seguire, da vicino, tutto l’iter, burocratico e non, per la realizzazione. Firullo ha fatto sapere che nei prossimi giorni, probabilmente già lunedì, sarà a Palermo per un incontro all’Assessorato regionale alla Sanità di Lucia Borsellino finalizzato a ottenere il nulla osta al quale seguirà, nel corso della settimana, un nuovo confronto con gli amministratori locali di Ispica.

Le cose da fare, naturalmente, sono tante. Bisogna stabilire, ad esempio, i costi necessari per la nascita di una struttura simile e probabilmente dovrà essere indetto un bando pubblico per scegliere un’agenzia funebre.
Potrebbe rendersi necessario, inoltre, anche un passaggio con la Sovrintendenza ai Beni Culturali.

In Sicilia, a differenza che nella maggior parte delle regioni italiane, non esiste alcun cimitero destinato agli animali d’affezione: amici a 4 zampe, a criceti e uccelli da gabbia. Pertanto Firullo ha intenzione di recarsi in Campania per osservare da vicino tale realtà e raccogliere quante più informazioni possibili da tramutare, al più presto, in esperienza.