Il “ritorno” di Giovanni Caccamo, il vincitore: le immagini dell’incontro con Modica

5
L'esibizione di Giovanni davanti a un teatro gremito

“Live at home”: stavolta è proprio il caso di dirlo.
L’etichetta che Giovanni Caccamo ha inventato per il suo primo tour da solista, in giro per 54 salotti d’Europa, molto tempo prima di Sanremo, ben si presta a descrivere l’emozione di sentirlo suonare sul palcoscenico del Teatro Garibaldi di Modica, dov’è tornato da vincitore di Sanremo Giovani 2015.

Un abbraccio pieno di emozioni, quello con la sua città.
Da un lato una miriade di giovani fan, come in tutte le altre città d’Italia che sta toccando con il suo giro di presentazione per “Qui per te”, il suo primo disco targato Sugar.

Ma dall’altro, soprattutto, il tifo sfrenato di zii e cugini, gli sguardi commossi di mamma Concetta e dei nonni in prima fila, e l’affetto di tutti coloro che hanno decine di ricordi da raccontare, avendo visto crescere questo talento bambino e magari scommesso tante volte che sarebbe diventato qualcuno. “A chi mi chiede com’era a 14 anni rispondo che era alto com’è oggi!”, scherza Elisa Turlà la sua insegnante di canto: “Ma soprattutto era determinato come oggi”.

“La verità”, conferma Giovanni: “è che l’arte prescinde da ciò che accade. È un filo invisibile su cui si deve riuscire a camminare in equilibrio, senza che le cose che ci accadono intorno, molto positive o molto negative, ce lo facciano perdere di vista. Auguro a me stesso di riuscire a restarci, ma soprattutto auguro a chiunque abbia un sogno di inseguirlo e di riuscire a realizzarlo”.

Poi, i baci e gli abbracci con gli amici, la famiglia e il sindaco modicano, Abbate. E infine l’immancabile video con telefonino, dopo aver fatto intonare al pubblico il refrain della sua canzone, Rirtornerò da te

Eccolo:

[youtube]http://youtu.be/W9VoUKniPZ4[/youtube]