Una ricerca scientifica sulle dimensioni medie del pene

1034

I numeri da tenere a mente sono 9,16 e 13,12.

Sono i centimetri da considerare per tutti i maschi che – spesso non senza preoccupazione – si pongono la fatidica domanda: “Il mio sarà normale”?
Ora la risposta arriva dal più accurato studio sulle misure del pene mai compiuto finora. In base a un articolo pubblicato sul British Journal of Urology International, le dimensioni medie dell’organo genitale maschile sono di 9,16 cm “a riposo” e 13,12 cm in erezione.

Al di là delle facili ironie, la ricerca ha lo scopo di fornire dati scientifici precisi per placare le insicurezze degli uomini in materia, che possono anche dare origine a problemi psicologici seri. Così scrive Wired sull’argomento:

Numeri emersi da un’analisi con il dichiarato obiettivo di stabilire quali fossero le dimensioni medie (normali, potremmo dire) dell’organo genitale maschile, con lo scopo di creare una base scientifica che possa essere d’aiuto agli uomini preoccupati dalle dimensioni del loro pene. Perché – senza facili ed inutili battute – quello delle dimensioni del pene può essere davvero un problema per alcuni uomini, fino a portare a diagnosi di dismorfofobia.

Per stabilire quali fossero le dimensioni medie dell’organo riproduttivo, David Veale del South London and Maudsley Nhs Foundation Trust e colleghi hanno deciso di contare solo su procedure standardizzate, affidandosi alle misurazioni dei clinici che le avevano adottate[…]
I ricercatori hanno così considerato le informazioni ottenute da 17 studi effettuati su un totale di oltre 15mila uomini in tutto il mondo.

Ma veniamo ai dati e alle loro distribuzioni: un pene flaccido, come accennato, misura in media 9,16 centimetri, uno in erezione 13,12 centimetri, mentre se parliamo di circonferenze le misure sono rispettivamente di 9,31 e 11,66 centimetri. Questi i valori medi dove le eccezioni, precisano gli scienziati, sono alquanto rare. Per esempio: solo 5 uomini su 100 hanno un pene in erezione di 16 centimetri e solo 5 su 100 ha un pene più piccolo di 10.

(continua a leggere su Wired.it)

Lo studio rivela inoltre che non sono state trovate correlazioni significative tra misure del pene e l’etnia d’appartenenza (né con altre caratteristiche fisiche come: altezza, indice di massa corporea o numero di scarpe) anche perché la maggior parte degli uomini del campione è di origine caucasica.