Dal palco alla cattedra, la lezione dell’Onorata Società al Liceo Scientifico di Ragusa

1
La band ragusana OnorataSocietà al Liceo scientifico Enrico Fermi di Ragusa | Foto di Davide Savasta

I componenti della band ragusana Onorata Società sono tornati a scuola, insieme ad altri esponenti di gruppi musicali ed esperti del settore, per tenere una bella lezione sui generi musicali.
L’iniziativa si è svolta lunedì 30 marzo, all’interno del Liceo Scientifico di Ragusa Enrico Fermi, in occasione dell’assemblea di istituto che gli studenti hanno voluto dedicare alla conoscenza dei generi musicali. Ciascun incontro si è tenuto contestualmente nelle varie classi, in ciascuno i ragazzi potevano prendere parte in modo assolutamente open. Una guida all’ascolto e una presentazione del proprio genere, è ciò che hanno fatto i musicisti e cantautori dell’Onorata Società. Queste le loro dichiarazioni al termine dell’incontro con gli studenti.

Abbiamo parlato di reggae, nel nostro reggae mediterraneo, le contaminazioni con il genere rap ed abbiamo anche spiegato il modo come ciascuno di noi si è accostato a questo meraviglioso mondo, facendolo diventare il proprio.

La band ragusana OnorataSocietà al Liceo scientifico Enrico Fermi di Ragusa | Foto di  Davide Savasta
La band ragusana OnorataSocietà al Liceo scientifico Enrico Fermi di Ragusa | Foto di Davide Savasta

Bella l’occasione vissuta stamani, per mettere in pratica ciò che la storia musicale ci ha trasferito.
Abbiamo eseguito in acustica Terra ca nun senti una delle undici tracce inserite nel nostro secondo cd Medicina popolare. Abbiamo anche ascoltato Melodie etniche e guardato insieme il video di Piani validi. Insomma un’infarinatura piuttosto esaustiva per spiegare il nostro mondo, per trasmettere l’entusiasmo con cui facciamo musica, e dare delle informazioni anche di natura tecnica di cosa oggi è rap e reggae.
Il nostro pubblico, solitamente, è abbastanza trasversale ecco perché ciascuna produzione riesce a cogliere sfaccettature ed interessi piuttosto diversi tra loro, con un comune denominatore il piacere di fare e ascoltare buona musica. Riteniamo, infine, di grande maturità la scelta dei rappresentanti di istituto che hanno voluto organizzare una giornata talmente ricca di informazioni musicali e per conoscere ciò che con la musica oggi si dice e si fa.