Morte per overdose a Modica, arrestato dai Carabinieri il pusher

1
Immagine di repertorio

I Carabinieri della Stazione di Modica hanno dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione di misura cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un modicano, classe ’84, già noto alle forze dell’ordine. Sarebbe stato il pregiudicato a cedere l’eroina che causò la morte per overdose di un uomo lo scorso dicembre.

I fatti si riferiscono allo scorso 6 dicembre quando, presso su segnalazione del Pronto soccorso dell’Ospedale Maggiore di Modica, i Carabinieri intervennero per avviare le indagini sul decesso per overdose di un uomo. Le successive prolungate indagini hanno permesso di risalire al pusher che gli avrebbe ceduto l’eroina che lo ha condotto alla morte.

Gli esiti dell’indagine sono stati quindi condivisi dal Pubblico Ministero titolare del procedimento penale, D.ssa Monica Monego, che ha avanzato al G.I.P. del Tribunale di Ragusa una richiesta di applicazione di misura cautelare nei confronti del pregiudicato.  Il Giudice per le indagini preliminari, Dott. Claudio Maggioni, ha dunque sostenuto l’attività investigativa dell’Arma emettendo il provvedimento.

L’esito di questa attività di indagine condotta dai Carabinieri e coordinata dalla Procura della Repubblica di Ragusa è segno di quanto sia alta l’attenzione al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare dell’eroina che, specie dopo i recenti episodi, sembra essere tornata di moda.