Un lavoro per il papà di Loris, da oggi è un dipendente del comune di Vittoria

8

Da oggi, Davide Stival lavora ufficialmente per il comune di Vittoria. Questa mattina, infatti, il sindaco, Giuseppe Nicosia, ha dato seguito alla delibera di Giunta municipale del 16 gennaio scorso e ha firmato la determina di conferimento dell’incarico a tempo determinato al papà del piccolo Loris, il bimbo di 8 anni assassinato lo scorso 29 novembre a Santa Croce Camerina.

La firma del contratto è avvenuta in tarda mattinata, a Palazzo Iacono, alla presenza, oltre che del primo cittadino, anche del dirigente del settore Risorse umane, Salvatore Troia.

Da domani, pertanto, Davide Stival prenderà servizio al Comune in qualità di esecutore di servizi amministrativi. Svolgerà attività d’ufficio e, all’occorrenza, avrà la mansione di autista. Il suo incarico, come detto, è a tempo determinato, ossia legato alla durata del mandato del sindaco Nicosia, che ha così commentato:

Sono felice di questa determina che è un atto di solidarietà e di aiuto umano che avevamo già annunciato a Natale e che non è stato possibile concretizzare prima per problemi legati all’attività del signor Stival. Questa è l’occasione per ribadire che sarei contento di risolvere i problemi dei tanti Vittoriesi che chiedono un lavoro, ma c’era un solo posto a disposizione, e ho scelto di offrirlo ad un padre che è stato colpito da una tragedia e che ha assoluta necessità di stare accanto al proprio bambino, così come il bambino ha assoluto bisogno di avere accanto a sé il papà. Tutti i passaggi che hanno portato all’assunzione sono stati concordati con il legale del signor Stival, l’avvocato Daniele Scrofani, che ha dimostrato di seguire la vicenda non solo dal punto di vista professionale, ma anche da quello umano. Spero che il nostro gesto serva da sprone ad altre istituzioni, come la Regione e lo Stato, che di fronte a un caso doloroso come quello della famiglia Stival avrebbero dovuto avvertire il bisogno di intervenire.