Artigianato, agricoltura, commercio e turismo. Ecco il programma elettorale di Muraglie

168
Muraglie sindaco 2015

Dopo il comizio di domenica sera davanti ad una Piazza Unità d’Italia ancora una volta pienissima di gente ed entusiasmo, in cui è stato presentato il programma elettorale di Pierenzo Muraglie, lo stesso candidato sindaco vuole spiegare nel dettaglio i sette punti che lo contraddistinguono.

Con una doverosa premessa: “Il nostro programma – dichiara Pierenzo Muraglie – nasce da un contributo di idee messe a disposizione da cittadini, professionisti e associazioni e ha due principi fondamentali alla base. Questi principi sono quelli della Coerenza e della Discontinuità. La Coerenza viene dalla nostra attività politica di opposizione al centrodestra che abbiamo portato avanti negli anni. La Discontinuità è invece evidente nell’assenza di legami con qualsiasi soggetto politico che ha governato anche un solo giorno negli ultimi dieci anni. Famiglia, lavoro e solidarietà sono le basi che useremo per ricostruire una città libera ed orgogliosa della propria storia” conclude il candidato a sindaco che poi passa ad esaminare nel dettaglio il primo punto del programma, Economia e Lavoro.

“Abbiamo voluto mettere al primo punto Economia e Lavoro perché il lavoro è il problema principale di Ispica. Ci siamo concentrati su Artigianato, Agricoltura, Commercio e Turismo, i settori fondamentali dell’economia cittadina. Alle imprese artigiane offriremo nuove opportunità di lavoro grazie al previsto ampliamento del cimitero e al recupero del centro storico che verrà favorito incentivando i proprietari di vecchie case e dammusi a ristrutturare attraverso agevolazioni su oneri e imposte comunali. Gli stessi proprietari verranno agevolati nell’accedere a mutui a tasso zero previsti dall’art. 33 l.r. 6-2009. Le botteghe artigiane usufruiranno di benefici e di sgravi fiscali se si insedieranno nel centro storico. Verrà completato l’iter per l’esproprio delle superfici della zona artigianale con un primo stralcio finanziabile attraverso i fondi ex Insicem. Per quanto riguarda il PRG sarà nostro dovere valutare la procedura di adozione ed intervenire ove la legge ce lo consente per scongiurare il blocco del comparto edile”.

Fin qui il comparto dell’Artigianato. Per quanto riguarda l’Agricoltura ecco quello che verrà realizzato se gli ispicesi daranno fiducia al progetto politico di Pierenzo Muraglie: “Promuoveremo l’aggregazione tra i vari operatori per accrescerne il potere contrattuale e accordi quadro con la rete degli istituti bancari del territorio. Verrà inoltre realizzato uno sportello comunale dedicato esclusivamente all’agricoltura con un operatore per il Consorzio di tutela della Carota Novella di Ispica. Creeremo un mercatino contadino che permetterà la vendita al dettaglio e favoriremo le convenzioni con le mense scolastiche per l’utilizzo dei prodotti a Km0”.

Per far crescere Ispica non può di certo mancare il turismo: “Ispica gode di un contesto ideale per sviluppare il turismo. Dobbiamo trasformare il turismo di “passaggio” in turismo stabile attraverso il miglioramento dell’immagine della nostra città e l’incremento della professionalità degli operatori del settore. Sempre in un’ottica ecocompatibile, favoriremo la pratica dell’albergo diffuso nel centro storico, calendarizzeremo sagre enogastronomiche e kermesse dell’artigianato. Verrà istituito un punto di informazione turistica ed un portale web che veicolerà la nostra immagine nel Mondo. Contestualmente verranno formate guide turistiche professionali, anche in lingua straniera, per accompagnare i turisti in giro per la città e per Cava Ispica, vero e proprio volano per l’economia ispicese”.