A Ragusa si firma un’intesa per il contrasto alla criminalità economica

0
Contrasto alla criminalità economica, sottoscritto un accordo tra procura, agenzia delle entrate e gdf

La procura della Repubblica, l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per rafforzare le attività di contrasto dei reati tributari.

L’intesa è stata firmata dal procuratore Carmelo Petralia, dal direttore dell’Agenzia delle Entrate della Sicilia, Antonino Gentile, e dal comandante provinciale della Guardia di Finanza di Ragusa, Alessandro Cavalli.

Tra gli aspetti salienti dell’accordo vi è la volontà di rafforzare lo scambio di informazioni e di instaurare quei meccanismi di raccordo tra Procura e Amministrazione finanziaria utili a sottoporre a tassazione i proventi di attività illecite, anche attraverso i meccanismi del sequestro per equivalente e della confisca dei beni.

“L’accordo ci permette di perseguire nel modo più determinato possibile – ha dichiarato Carmelo Petralia – il fenomeno dell’evasione fiscale. I tre organismi si troveranno ad operare in un regime non solo di formale collaborazione, ma anche di concreta intesa pratica, a partire dalla regolamentazione dei flussi informativi”.

Una intesa quindi tra Procura e Agenzia delle Entrate, nel quale le Fiamme Gialle faranno da collante. “Ci sarà un’osmosi dei dati – ha continuato il comandante Cavalli – che permetterà l’eventuale ritorno all’erario di tutte quelle somme che, quando si operava in maniera scollegata tra procedimento amministrativo e penale, potevano sfuggire”.

A concludere gli interventi, il direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, Antonino Gentile, il quale, rimarcando la sinergia tra enti la via migliore per  il contrasto all’evasione ed ha annunciato la sottoscrizione di un secondo protocollo d’intesa con la Procura iblea, che raccorda l’operato dell’Amministrazione finanziaria con quello dell’autorità giudiziaria per favorire l’emersione spontanea di capitali illecitamente detenuti all’estero e la regolarizzazione anche degli imponibili sottratti a tassazione in Italia.