Una rapina ed uno scippo in poche ore a Ragusa. Si concentrano le indagini dei carabinieri

1
indagini

Indagini a tutto campo dei carabinieri della compagnia di Ragusa sui due ultimi episodi, verificatisi a Marina di Ragusa e in via Archimede a Ragusa, e che hanno visto vittime un gruppo di anziane donne nel primo caso ed una suora nel secondo.

A Marina di Ragusa, in una casa di una zona rurale hanno fatto irruzione nella serata di lunedì tre o quattro persone con volto travisato, forzando la porta d’ingresso ed immobilizzando gli occupanti dell’abitazione (tre donne e la collaboratrice domestica), per poi mettere la stessa completamente a soqquadro. Al termine delle loro ricerche, hanno trafugato una busta contenente i gioielli di famiglia, quindi si sono dileguati a piedi. È stata la collaboratrice domestica a dare l’allarme, chiamando il 112. I militari dell’Arma hanno sentito le donne che però, a causa del grande spavento non sono riuscite a dare una descrizione esauriente né della corporatura né dell’accento. Le indagini, in questo caso, si presentano molto difficoltose. 

Potrebbero invece avere una soluzione più rapida quelle dello scippo messo a segno ieri ai danni della suora davanti alla Bapr di via Archimede. La religiosa è stata scippata della borsa contenente 3 pensioni per un ammontare di 1.700 euro. Era in compagnia di un nipote che attendeva in macchina, per prelevare anche le pensioni di altre due consorelle. I due scippatori, in sella ad uno scooter hanno agito prima che la suora entrasse in macchina. Erano a volto scoperto: un particolare non di poco conto se si considera che nella zona sono invece presenti le telecamere della stessa banca. Acquisite le immagini i carabinieri potrebbero dare velocemente un nome e un volto ai due giovani.