Muore Concetto Calabrese, ex sindaco di Modica

44
concetto_calabrese

Conosciuto da tutti come l’“Ingegnere” essendo un imprenditore edile che si era distinto per aver realizzato alcune delle principali arterie del territorio come la Modica mare, Concetto Calabrese è deceduto ieri ad 88 anni a causa di un infarto fulminante che lo ha colto mentre si trovava a fare la spesa in un supermercato del Polo Commerciale, più che essere ricordato per la sua professione verrà certamente ricordato per il suo impegno in politica che lo ha portato alla guida della città della Contea proprio negli anni ‘70 oltre ad essere dirigente locale della Democrazia Cristiana.

Uomo aperto e disponibile, si era fatto apprezzare per la sue capacità operative ed organizzative che aveva messo in campo anche nell’altra sua grande passione quella per il calcio. E proprio in questo momento difficile per il calcio a Modica i tifosi di una certa età ricorderanno con piacere gli anni d’oro in cui Calabrese fu Presidente del Modica calcio, proprio nella stagione ‘72/’73 quando la squadra approdò in serie D. Ma Calabrese rimase alla guida della società rossoblù anche nella stagione successiva con gli allenatori Carlo Cesarato e Alvaro Biagini, prima di passare la mano a Carlo Catania. Cresciuto negli ambienti dell’Oratorio dei Salesiani di Don Bosco era stato Presidente del locale circolo degli ex Allievi al quale era molto legato.

Un uomo che viene ricordato per aver sempre una buona parola per tutti nonostante la vita lo avesse messo duramente alla prova non risparmiandogli dolori come quello della perdita della figlia per una grave malattia. Figlia a cui era molto legato sposata con un altro ex sindaco di Modica Ignazio Agosta. La città darà l’ultimo saluto all’ingegnere Calabrese oggi pomeriggio alle 16,30 nella chiesa di San Pietro.