Comiso, nel nuovo piano triennale il progetto di finanza per il cimitero

0

La seduta consiliare di lunedì scorso ha visto l’approvazione di alcuni importanti provvedimenti preliminari all’adozione del bilancio preventivo, alcuni dei quali di fondamentale importanza per il futuro prossimo di Comiso.

Queste le dichiarazioni del vice sindaco e assessore al bilancio, Gaetano Gaglio.

Il piano triennale delle Opere Pubbliche 2015-2018 è infatti essenziale per il varo e la realizzazione di alcune opere immediatamente cantierabili – ha spiegato Gaglio – tra cui il nuovo Project Financing del complesso cimiteriale di Comiso – Pedalino, riveduto e corretto sulla base delle istanze di alcune categorie produttive ma senza gravare eccessivamente sui cittadini per quanto concerne i costi delle aree per loculi; la strada di collegamento tra il mercato ortofrutticolo e l’area PIP; le nuove modalità di finanziamento di una nuova Scuola Materna in territorio cittadino. Di importanza strategica – ha continuato l’assessore – è poi l’istituzione del nuovo Canone di concessione non ricognitorio sull’occupazione di suolo, sottosuolo e soprasuolo che entra in vigore dal 1 gennaio 2015, essendo stato approvato entro i termini previsti per il bilancio di previsione. Il nuovo canone costituirà una fonte di entrata nuova per la città che in nulla graverà sulle tasche dei cittadini comisani. Esso viene infatti applicato alle occupazioni relative a erogazioni di servizi pubblici in regime di concessione amministrativa, in buona sostanza a tubature e cavi elettrici e telefonici. A pagare saranno pertanto i soli gestori che certo non ritoccheranno le tariffe solo per gli utenti di una porzione ristretta del territorio nazionale. Si tratta di uno strumento nuovo che sinora non ha adottato nessun Comune della nostra Provincia – ha concluso l’assessore Gaglio – ma che è perfettamente in linea con le previsioni normative. La stima delle entrate per l’Ente, in prima battuta estremamente prudenziale, è superiore ai due milioni di euro, non colpisce i nostri cittadini e consente di sterilizzare i nuovi tagli ai trasferimenti per il nostro Comune. Ritengo che a breve tutti i Comuni seguiranno la via che stiamo tracciando.