Sventrano una casa, a Ragusa Ibla, per rubare le piastrelle. Arrestati due fratelli

1
CC Ibla

I Carabinieri di Ragusa hanno arrestato due fratelli per furto aggravato in abitazione in concorso. I fatti si sono verificati domenica mattina a Ibla quando si sono cominciati a sentire colpi di martello. La concomitanza con alcuni lavori inizialmente non fa scattare l’allarme, ma qualcuno, fortunatamente, ha capito che, essendo domenica ed essendo la casa dalla quale provenivano i colpi disabitata, qualcosa non quadrava. Così, con grande senso civico e di responsabilità, ha chiamato la proprietaria, trovando conferma ai suoi sospetti sul fatto che non ci fossero lavori in corso nell’appartamento.

La donna, allarmata, ha chiamato il 112 e subito una pattuglia radiomobile è intervenuta sul posto, entrando in casa e trovando due pregiudicati, di cui uno sorvegliato speciale.

Incredibile lo scenario che si è presentato alle forze dell’ordine. La casa era stata letteralmente distrutta, i mobili spostati e le piastrelle, in pregevole pietra pece, divelte a colpi di scalpello e accatastate per essere portate via. Il danno si aggira sui 4.000 euro. Le piastrelle sono state direttamente restituite alla proprietaria.

I due fratelli sono stati accompagnati in caserma, dichiarati in arresto e poi sottoposti agli arresti domiciliari a disposizione del magistrato inquirente.

Anche questa volta, come già accaduto a Monterosso e a Pedalino,  la piena sinergia tra un cittadino coscienzioso, un operatore del 112 e una pattuglia veloce e determinata, ha permesso di stroncare l’ennesimo furto.