Premio Mario Luzi, doppia vittoria per Emanuele Cavarra nella sezione narrativa inedita

12
Doppia vittoria al Premio Mario Luzi per Emanuele Cavarra

Non uno, ma due romanzi, praticamente primi ex aequo. Un bel risultato per Emanuele Cavarra, ragusano, grafico pubblicitario, che da qualche anno scrive romanzi.

“Mi è stato comunicato che entrambi i romanzi che avevo presentato, due manoscritti inediti, sono arrivati al primo posto. Per me si tratta di una grande soddisfazione” – spiega Emanuele, che ci scherza anche su “a saperlo prima ne avrei presentato uno quest’anno e uno il prossimo anno”.

Uno dei due romanzi verrà pubblicato a cura della fondazione che si occupa dell’organizzazione premio, che si svolge sotto l’Alto patrocinio del Presidente della Repubblica e della Presidenza del Senato.

“Il ciliegio e la montagna” e “Il disegno delle ombre” sono i titoli dei due volumi presentati al premio Luzi.

“Da un mese circa – spiega – ne ho completato un altro, lo tengo di lato magari per il prossimo anno”. Si tratta del quinto romanzo firmato da Emanuele Cavarra. I primi due sono usciti nel 2014.

Quando trovi il tempo di scrivere?

“Il sabato, la domenica. O durante le ferie. Quest’anno ho passato buona parte delle mie vacanze scrivendo, in campagna, ispirato dalla natura. Io distinguo questa attività dal mio lavoro. Nella professione ovviamente ho degli orari, delle scadenze, una tabella di marcia più strutturata. Per quanto mi riguarda, il tempo della scrittura è diverso, non m’impongo una sequenza ben definita, scrivo e basta. Magari ci sono dei giorni in cui non mi avvicino alla tastiera del pc e non scrivo nulla per una settimana o anche dieci giorni. Mentre per lavoro devo costantemente essere dinnanzi al monitor per impaginazione, realizzazioni di loghi e di grafiche. Quando scrivo invece trasmetto la mia emotività, la considero un’attività terapeutica che mi ha aiutato molto”.