Giovedì l’autopsia sul corpo della donna trovata morta in casa a Ispica

6

Sarà eseguita giovedì l’autopsia sul corpo della giovane donna trovata morta in casa nella notte di San Silvestro. Era da poco passata l’una quando la donna è stata trovata morta in casa, con un sacchetto sul capo. Dalla prima ispezione cadaverica è stato accertato che non ci sarebbero segni di violenza. Ma l’esame autoptico chiarirà ogni dubbio. 

La lettera

Una lettera che spiegherebbe i motivi dell’insano gesto. Sarebbe stata ritrovata dagli inquirenti a seguito delle indagini relative alla morte della 35enne, originaria di Bronte, ma residente da tempo a Ispica. La giovane donna, sposata e con un figlio di 13 anni, è stata ritrovata in casa, priva di vita, nella notte di San Silvestro.

E’ stato il marito a chiamare i militari dell’Arma dopo essere rientrato a casa. Il figlio, invece, si trovava in casa dai nonni.

Sul capo aveva un sacchetto di quelli utilizzati per i rifiuti. E’ probabile che, se si sia trattato realmente di suicidio (ipotesi per la quale propenderebbero gli inquirenti), la donna abbia preso qualcosa per stordirsi. Ovviamente, però, sono solo ipotesi. Non è escluso che venga effettuata l’autopsia per fare piena luce sul drammatico episodio.

Le indagini sono condotte dai carabinieri.