Una gara di solidarietà per Luigi Casiraro. La sua storia ha commosso tutta Italia

8
Solidarietà per Luigi Casiraro

È scattata una vera e propria gara di solidarietà nei confronti del signor Luigi Casiraro, il pensionato modicano della cui storia di emarginazione e stenti ci eravamo occupati qualche giorno fa.

Il popolo del web si è mobilitato, per una volta non solo a parole o dietro una tastiera, offrendo ognuno quello che può per migliorare le condizioni di vita del sig. Casiraro e della moglie. Particolarmente attivi sono i membri del gruppo “Sei di Modica se…“. Una di loro, una ragazza modicana che vuole rimanere anonima, ha aperto questa mattina una carta ricaricabile, una Postepay, per permettere a chiunque vorrà, di poter effettuare una donazione semplicemente recandosi in una rivendita di tabacchi o presso l’ufficio postale stesso.

Questo è il numero della Postepay intestata a Luigi Casiraro: 4023 6009 2104 4493

Il gesto dell’anonima benefattrice non è però l’unico che il signor Casiraro ha avuto il piacere di ricevere in questi giorni. A confidarcelo è il diretto interessato che ci ha mostrato fiero la sua prima Carta: ” Ringrazio di cuore quanti ci hanno fatto sentire in questi giorni la loro vicinanza. C’è chi mi ha offerto delle focacce, chi mi ha dato qualche euro, chi della frutta o anche la bombola del gas. Una signora mi ha chiamato da Milano chiedendomi il mio indirizzo per mandare dei vestiti per me e mia moglie. Non so che dire, un grazie è troppo poco“.
Le lacrime rigano il volto del signor Casiraro, ma sono lacrime dal sapore diverso rispetto a quelle che aveva versato durante il nostro primo incontro. Sono lacrime di riconoscenza verso chi si sta spendendo per cercare di migliorargli la vita.

Qualcosa si muove anche da un punto di vista “ufficiale”, quello dell’amministrazione comunale. Parlando con l’assessore ai servizi sociali, Rita Floridia, ci sarebbe la possibilità di assegnare alla famiglia Casiraro una casetta a Modica Alta che è stata sequestrata in quanto bene appartenuto ad un soggetto indagato per mafia. La casa ha bisogno di alcuni lavori di restauro ed è senza mobili ma se si provvedesse a colmare queste due lacune, i coniugi Casiraro potrebbero abbandonare quella casa umida e fredda nella quale sopravvivono attualmente.
Con l’apertura comunque della Carta Prepagata un nuovo orizzonte potrebbe aprirsi nel futuro del pensionato modicano e della moglie malata.