Bellissima Ragusa. Il video ‘capolavoro’ che promuove il tesoro degli Iblei

52
Il video che promuove Ragusa

Probabilmente sarà per le polemiche che ne hanno anticipato la diffusione, probabilmente sarà perché il prodotto è stato ben confezionato e tocca i canali giusti, ma il video di promozione turistica del territorio ibleo, tanto criticato dall’opposizione nelle pagine politiche del fine settimana, sta spopolando. I dettagli dell’operazione promossa dall’assessore al Turismo Stefano Martorana sono stati svelati questa mattina in conferenza stampa.

Si tratta di un breve video, in due versioni (di 1 minuto e di 2 minuti e 30 secondi circa), che verrà utilizzato nelle campagne promozionali cartacee e web, anche in seguito alla convenzione che lega il Comune alla Soaco.

Pensato per i canali social, indirizzato ad un target ben mirato, presentato a gennaio perché rivolto ad un mercato estero (Nord Europa, Inghilterra e Germania). Queste le indicazioni dell’Amministrazione, colte dal regista palermitano Riccardo Lupo, con la collaborazione del ragusano Alessio Micieli e forte di uno staff di 16 collaboratori.

Alla fine, al di là delle uscite non ufficiali di una copia-lavoro, avvenuta in periodo di Expo per un disguido di comunicazione, nulla da eccepire sulla scelta operata. Si tratta di uno story-telling, è stato spiegato, non di uno spot tradizionale e nemmeno di un documentario esaustivo. Questo il genere che più attrae il popolo del web. Un genere che non pretende di essere esaustivo nel raccontare un territorio ma di incuriosire i turisti (soprattutto del Nord Europa) che programmano le vacanze proprio ad inizio anno. In questo senso, è stato sottolineato, il fatto che sia stato girato da un regista palermitano ha permesso di uscire fuori dagli schemi tradizionali.

Motivazioni che probabilmente non spegneranno le polemiche (strumentali o meno) di chi non si sente rappresentato perché mancano nelle immagini la cattedrale di San Giovanni o le “scacce”, ma che sicuramente sono coerenti con quello che era stato chiesto.

A proposito di questo particolare aspetto, lo stesso regista (ringraziando l’Amministrazione per l’opportunità concessagli) ha spiegato di aver fatto una proposta al Comune che è stata accolta. Per un importo (5mila euro più piccole spese aggiuntive) così conveniente da averci perso.

Per Lupo è stata una occasione lavorativa da cogliere, per il Comune un ottimo affare, per i cittadini un motivo per apprezzare un video che internazionalizzi il territorio.

In fin dei conti, se le immagini stanno facendo in poche ore il giro dei social, con condivisioni e like crescenti, l’obiettivo è stato comunque centrato.

Sull’incremento del turismo, lo stesso Martorana, se supererà la bufera politica, lo spiegherà in sede di consuntivo a fine anno.