Anpana e comune di Comiso insieme per un piano di lotta al randagismo a costo zero

82

Si chiama “Zero cani in canile” ed è il progetto che l’ANPANA di Comiso ha presentato all’amministrazione comunale per operare in sinergia e raggiungere l’incredibile traguardo di Vieste, il comune pugliese che non solo ha debellato il randagismo e svuotato del tutto i canili, ma ha creato anche sviluppo economico per la popolazione.

Alla luce del brillante risultato della Puglia, il progetto è stato presentato a Roma in Campidoglio in anteprima nazionale il 15 febbraio, e sta ora partendo in molte città d’Italia, tra cui, per l’appunto, Comiso, dove gli amministratori si sono dimostrati molto sensibili alla problematica.

Il principio di base è che il randagismo, pur togliendo alla collettività molte risorse economiche, persiste e continua a pesare sulle casse comunali. Attraverso una serie di azioni mirate e programmate attuate da volontari di concerto con Comune, ASP, forze dell’ordine, scuole, aziende e cittadini, il problema si può risolvere senza troppe spese e una volta per tutte.

I volontari della LNDC di Vieste insieme al Comune di Vieste, si sono resi disponibili a supportare gratuitamente la città di Comiso e i volontari ANPANA, che sono pronti a partire. Un’occasione per fare il punto della situazione sarà la sera dell’8 marzo quando, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, si parlerà di volontariato al femminile.