Ricoverato con TSO il gambiano che ieri ha creato il panico in Piazza San Giovanni

20

Njie Lamin, il 20enne originario del Gambia, richiedente asilo politico, tratto in arresto solo pochi giorni fa dalla polizia, a Ragusa, per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato, dopo aver danneggiato un locale, è tornato in libertà e ha colpito ancora.

Ieri sera, intorno alle 19, forse sotto l’effetto dell’alcol, ha creato il panico in un altro locale, in Piazza San Giovanni, inveendo contro gli avventori e spaventando i clienti, tra cui molte famiglie con i bambini. I gestori hanno cercato di riportarlo alla calma, ma quando hanno capito che era tutto inutile hanno chiamato i carabinieri.

Quando i militari sono giunti sul posto, il giovane immigrato ha dato in escandescenze e li ha aggrediti, procurando loro lesioni lievi. Poi, finalmente, anche grazie all’ausilio dei sanitari del 118, è stato bloccato e portato via. I Carabinieri lo hanno arrestato per danneggiamento, minacce, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale, violenza e lesioni personali. Adesso si trova ricoverato all’ospedale Maria Paternò Arezzo di Ibla, ed è sottoposto a TSO.