L’Umberto I festeggia 90 anni con una buona notizia: iscrizioni in aumento

86

“Non si poteva cominciare meglio la celebrazione del 90esimo del Liceo classico Umberto I di Ragusa”. Ieri sera, al Teatro Perracchio, grande affluenza per la prima iniziativa coordinata dall’associazione Noi dell’Umberto I in collaborazione con il Liceo classico di Ragusa. Una festa dall’accento prettamente culturale, arricchita dall’intervento del professore Antonino Facella, nipote della professoressa Margherita Margani Nicosia e archeologo e docente associato della Scuola Normale di Pisa.

La seconda parte della serata è stata invece dedicata ad un concerto-lettura tratto da brani di Edipo re di Tebe, rielaborazione di uno dei miti più famosi della cultura greca e dell’intero panorama dell’immaginario occidentale.  “Devo ringraziare di cuore tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della serata di ieri – ha sottolineato il professore Gaetano Accardi – in particolare gli artisti, Lorenzo Guardiano, Federica Cascone, Alessio Cappello, Giovanni Accardi e Cristina Gennaro. I colleghi Maria Concetta Occhipinti e Gabriella Brogna. Il direttivo dell’associazione Noi dell’Umberto I, Angela Barone, Clorinda Arezzo, Claudio Castilletti e il presidente Saverio Scerra, il Dirigente scolastico Nunziata Barone e il Direttore dei servizi di segreteria Giovanella Di Pasquale. Tutti gli alunni che si sono prodigati o, semplicemente, venuti al Teatro Perracchio. Tutti i convenuti, ex colleghi, colleghi e il Preside Giannone”.

La serata dedicata alla professoressa Margani Nicosia fa parte di una serie di attività attraverso le quali, nei prossimi mesi, si continuerà a celebrare il 90esimo del Liceo classico ibleo.

“Ci saranno altri appuntamenti – ha spiegato il dirigente scolastico Nunziata Barone – che prendono il nome di ‘Ritratti di famiglia’ perché sentiamo che il Liceo classico è una famiglia, di chi c’é adesso ma anche di chi c’è stato. Abbiamo iniziato col ritratto della professoressa e poi dirigente Margani Nicosia, proseguiremo con altre figure delle quali al momento non sveliamo nulla. Chiuderemo la serie di incontri con una celebrazione finale, nella quale presenteremo un lavoro sul quale stiamo operando”. Tanti gli alunni ma anche gli ex alunni presenti ieri sera.

“Una condivisione di valori tra chi sta iniziando a costruirsi una vita professionale e sociale e chi invece è già diventato personalità di spicco della nostra comunità”. L’impegno e l’obiettivo portato avanti dal dirigente scolastico Nunziata Barone è quello di “calare la classicità nella modernità”.

Il Liceo classico nel 2018 sta bene, è in crescita. Lo scorso anno abbiamo formato quattro prime classi, quest’anno abbiamo 106 nuove iscrizioni, quindi formeremo altre quattro prime classi, a conferma della grande richiesta”.