Incontro con gli scout. Antonio Tringali (M5S): “Il nostro programma per i giovani”

258

Ecco la dichiarazione del candidato sindaco del Movimento 5 stelle, Antonio Tringali, sull’incontro organizzato dai gruppi scout della città con i sette candidati a sindaco di Ragusa. L’incontro si è tenuto ieri sera alla Camera di Commercio.

“Ieri sera ho preso parte a un incontro promosso dai gruppi scout della città con i candidati a sindaco di Ragusa. È importante, per chi si candida a guidare la città, avere un confronto con i cittadini e soprattutto con i giovani che rappresentano il nostro futuro. Per questo li ho ringraziati, perché hanno organizzato un momento significativo, con domande specifiche preparate con cura e con un attento confronto. Ho parlato dei cinque anni di amministrazione 5 stelle e soprattutto del programma per una Ragusa che va avanti. Abbiamo previsto un piano per riasfaltare le strade cittadine: inizieremo da viale dei Platani e viale Europa. Abbiamo inserito anche un progetto contro lo spreco alimentare. Ogni giorno tanto cibo si butta nei supermercati, nei bar, anche se è buono. Grazie anche al volontariato lo vogliamo recuperare per offrirlo a chi ne ha bisogno. Vogliamo una città sempre più verde, ma che sia curato. Mille alberi in cinque anni e un servizio dedicato per la pulizia delle villette e delle strade.

A Marina realizzeremo una tensostruttura in via delle Sirene e, soprattutto, apriremo il primo asilo nido. Rispondendo poi alla prima domanda sul rilancio del centro storico, ho spiegato che cinque anni fa, quando ci siamo insediati, lo abbiamo trovato deserto. Questo per le scelte delle precedenti amministrazioni, che hanno consentito la cementificazione delle periferie con uno spopolamento del centro.

Noi vogliamo far rivivere il centro storico, per questo tra i punti più importanti del nostro programma abbiamo inserito una variante al Piano particolareggiato per consentire accorpamenti, demolizioni e ricostruzioni. In questo modo si potranno ricavare abitazioni più comode, ovviamente conservando gli edifici di valore storico. Abbiamo in mente una rivoluzione per la mobilità urbana, attraverso due interventi: la metropolitana di superficie, che è già stata finanziata, e l’addio ai disservizi dell’Ast con un nuovo piano di trasporti. Ho poi voluto fare una considerazione: quando pensiamo al centro storico ci vengono sempre in mente via Roma, piazza San Giovanni, e non pensiamo che abbiamo un polmone verde che è la Vallata Santa Domenica, proprio in centro. In questi anni l’abbiamo ripulita, abbiamo realizzato i sentieri e ora può essere utilizzata dalla città. L’altra domanda riguardava le iniziative concrete per i giovani.

Ho parlato della nostra idea per rilanciare l’Università, con l’apertura al mondo produttivo e agli operatori economici. In questo modo potrà essere ampliata l’offerta formativa. Un altro intervento, che può sembrare piccolo, ma che è stato richiesto proprio dai giovani. Vogliamo aprire la biblioteca tutti i pomeriggi, con orari più flessibili, per consentire ai ragazzi di andarci a studiare. Ho presentato il progetto della Casa delle associazioni, uno spazio aperto all’associazionismo, ai giovani. Sorgerà nell’ex Istituto scolastico di piazza Carmine. Abbiamo intenzione di realizzarci anche una sala prove, per tutti quei giovani che fanno musica”.