Cittadini aiutano carabinieri ad arrestare spacciatore a Vittoria

974

Rocambolesco arresto da parte dei carabinieri di Vittoria a piazza Manin di un tunisino di 33 anni, pregiudicato che, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 70 grammi di hashish già pronti per essere immessi sul mercato.

Durante il controllo lo stesso, intuendo che stava per essere tratto in arresto, è fuggito a piedi per le vie limitrofe, aiutato dai numerosi connazionali che in quel momento affollavano la piazza e che hanno aggredito i militari per impedire di portare a termine le operazioni. In aiuto dei Carabinieri, fortunatamente, sono intervenuti due coniugi di 62 e 60 anni che, vista la situazione, con alto senso civico hanno aiutato i Carabinieri, ma venivano anche loro aggrediti. A quel punto solo l’intervento di altre pattuglie delle Forze dell’Ordine riusciva a riprendere il controllo della situazione e il tunisino è stato arrestato per spaccio di stupefacenti e, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato associato alla locale casa circondariale.

I militari della Compagnia di Vittoria e i due eroici coniugi intervenuti in loro aiuto sono stati medicati presso il locale Pronto Soccorso, ove gli venivano diagnosticate lesioni guaribili tra 7 e 30 giorni. In particolare, ad avere la peggio, sono stati uno dei Carabinieri, che ha riportato un trauma cranico con frattura dello zigomo e la donna che ha riportato la frattura del setto nasale.