Un tuffo nella storia del quartiere Cappuccini per la festa di san Francesco

354
La conferenza del professore Giorgio Flaccavento

L’arte sacra nella chiesa dei Cappuccini è il titolo della mostra inaugurata sabato scorso in occasione delle celebrazioni in onore di San Francesco e che si caratterizza per l’esposizione di paramenti, di calici e altri oggetti che hanno contrassegnato la storia dell’edificio di culto.

La mostra potrà essere visitata sino al 7 ottobre con i seguenti orari: dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 20.

Nel lontano 1810 il re Ferdinando IV concesse ai Padri cappuccini un eremo, con una piccola chiesa, detto delle Croci, l’attuale edificio di culto, da adibire ad infermiera per i frati che vivevano a quei tempi nella parte bassa della città. in luoghi infetti e malarici a causa della vicinanza dell’Irminio. La storia della chiesa e del quartiere dei Cappuccini sono stati al centro dell’interessante conferenza tenuta dal prof. Giorgio Flaccavento, sempre sabato scorso. Lo studioso si è soffermato sulla nascita del quartiere partendo dal 1830, focalizzando l’attenzione anche sul ponte Vecchio e su padre Scopetta. La zona, infatti, era separata dal centro del paese da una grande valle, profonda e lunga, che rendeva difficile il collegamento tra la città e l’eremo. Padre Scopetta, intraprendente e lungimirante, architettò un’audace impresa: costruire un ponte che permettesse di congiungere il centro storico con il nuovo agglomerato urbano.

Le celebrazioni, intanto, proseguono domani, martedì 25 settembre, con la recita del Rosario alle 18 e con la santa messa che, alle 18,30, sarà presieduta da padre Giovanni Piccione e che sarà animata dalla comunità “Immacolata Concezione” di Chiaramonte Gulfi. Sempre domani, poi, alle 19,30, prenderà il via la prima edizione del torneo di scacchi “San Francesco” con i turni dal primo al terzo. Mercoledì, dopo il Rosario delle 18, si terrà la santa messa che sarà presieduta da padre Giuseppe Burrafato, parroco della Cattedrale di San Giovanni. Inoltre, alle 19,30 proseguirà il torneo di scacchi, questa volta con attenzione riservata ai turni quarto e quinto. Giovedì, alle 18, la recita del Rosario mentre alle 18,30 la santa messa sarà presieduta dal parroco, don Nicola Iudica, che proprio il 27 settembre celebra il primo anno di attività in seno alla parrocchia. In serata, poi, alle 20, spazio alle attività sportive con la quinta edizione del trofeo di San Francesco d’Assisi: è la corsa podistica in notturna per le vie della parrocchia.

Per le iscrizioni è possibile rivolgersi in parrocchia tutti i giorni dalle 17 alle 20. Sono poi numerose le altre iniziative in programma per il fine settimana prima della processione esterna programmata per domenica 30 settembre.