Non moriranno, almeno per oggi. Un sit in per salvare gli alberi della don Bosco

374
Foto di Valentina Maci

Era atteso per questa mattina l’inizio del taglio degli alberi del cortile della scuola don Bosco, a Comiso.

Una decisione, presa da un giudice di Pace, che ha lasciato l’amaro in bocca a tutta la città. E così, questa mattina, un gruppo di persone si è recato davanti la scuola don Bosco, a ‘difesa’ degli alberi che, almeno per oggi, non sono stati tagliati.

Si riuscirà a salvarli? C’è da augurarselo. 

In alcune parti del mondo, quelle che spesso vengono chiamate come in via di sviluppo, gli alberi non si tagliano. E se bisogna farci una casa in quel terreno, l’albero resta. Dentro la casa, con appositi accorgimenti. Il motivo? Lui c’era da prima e non può essere sloggiato con un colpo di sega.